Excite

La caduta del governo Prodi vista dal web

La lunga giornata politica di ieri, con il voto al Senato che è costato la caduta del governo Prodi, è stata seguita con particolare attenzione sul web. Ecco alcuni spunti tratti dalla rete.

I video su YouTube - Il sito di video-sharing è stato riempito di video tratti dalla serata al Senato. Il momento clou è quello della proclamazione del risultato da parte di Marini, ma ci sono anche numerosi filmati sullo svenimento di Cusumano. Non mancano video girati a casa in cui ci sono commenti più o meno seri. Inoltre sono già stati postati i video amatoriali dei festeggiamenti della destra in strada, e diversi video-montaggi spiritosi. Eccone quattro rappresentativi.
Il video più visto: Cusumano
"Grazie mille ai 161 senatori"
Il videocommento di un cittadino
Festeggiamenti a Piazza Colonna

I blog e la poesia di Mastella - Lia di Haramlik ha scritto sul suo blog che la poesia di Neruda declamata in Senato da Mastella, in realtà è una bufala:
"Mastella si presenta in aula e decide di esprimersi attraverso una poesia.
Tutti a dire che Mastella ha citato Pablo Neruda.
Peccato che non sia di Neruda, la cosa che lui ha letto. E’ una vecchia bufala che gira su internet.
E Mastella va e la legge al Senato, da lì finisce sulle agenzie e così via.
E’ un paese fantastico, l’Italia"

La copertura giornalistica sul web - Oltre ai media italiani collegati in diretta con il Senato, ed oltre al sito del Senato stesso che offriva lo streaming video, l'evento è stato trattato ampiamente anche dai giornali online stranieri: ecco la fotogallery con alcune delle prime pagine di ieri.

Il dibattito online - Tutti gli strumenti del web sono stati utilizzati dai navigatori per commentare e discutere le varie fasi della giornata. Tra i servizi più utilizzati c'è stato Twitter, come racconta Antonio Sofi: "Sulla Rete la singola persona non è mai solo audience passiva. E sempre più ormai, anche mentre guarda una diretta televisiva più o meno tradizionalmente prodotta e distribuita come in questo caso (in streaming), ha strumenti e luoghi in cui discutere, commentare e scambiare informazioni da molti a molti. L’audience (anche televisiva), se sta sul Web, ha facoltà di chiacchierare al proprio interno, tra appartenenti alla audience stessa. Scambiare una battuta con il proprio vicino di Web - come fosse di poltrona (o di sedia di bar). E strumenti di microblogging come Twitter diventano luogo ideale in cui far convergere questo bisogno di commento “sociale” e condiviso (e di cazzeggio, certo)."

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016