Excite

La blacklist di Google in tilt, allarme in Rete

Sabato scorso, per circa 40 minuti, usare Google è stato impossibile dal momento che ogni sito che si tentava di visitare era marchiato con il messaggio "questo sito può danneggiare il tuo computer".

Un problema che ha mandato in tilt la Rete e in crisi milioni di utenti in tutto il mondo ma che Google ha spiegato, in un post sul suo sito, come semplice errore umano: sabato mattina Google ha rilasciato un aggiornamento della sua lista di URL malvagi ma "sfortunatamente l'URL '/' è stata erroneamente inserita in quella lista, ma il carattere '/' corrisponde a tutti i siti Web".

In pochi secondi la notizia ha fatto il giro del mondo e su Twitter centinaia di utenti hanno segnalato lo stesso problema da ogni parte del pianeta, Oriente escluso per via del fuso orario.

La particolarità di questa situazione è che abbiamo assistito ad una vera e propria crisi di massa generata dall'impossibilità di utilizzare Google per Internet come se non fossero disponibili altri motori di ricerca o soluzioni alternative per aggirare il problema: il legame tra Internet e Google è ormai imprescindibile e sarebbe bene riflettere sulla possibilità che anche Big G non è infallibile.

Se provassimo a stare un giorno senza Google, che succederebbe? No Google No Party?

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016