Excite

Italia primo produttore di spam in Europa

L'Italia maglia nera in Europa per quanto riguarda la produzione di spam che quotidianamente inonda le caselle mail di tutti. E' quello che emerge da un'inchiesta della UE che ha voluto approfondire la conoscenza sull'invio e la ricezione di mail indesiderate, pratica che in moltissimi casi nasconde delle vere e proprie truffe nei confronti degli utenti di Internet. I dati diffusi da Bruxelles dimostrano come l'Italia sia in Europa il primo produttore di spam mentre a livello mondiale si attesta all'ottavo posto con il 3% di quota spamming. La classifica dei Paesi dai quali parte la maggior parte dello spam che arriva nelle nostre mail vede al primo posto gli Stati Uniti con il 19,8% seguita dalla Cina con il 9,9%, i ventisette Paesi UE se conteggiati tutti insieme raggiungono la ragguardevole quota del 23%.

Il commissario Ue ai Media, Viviane Reding, conosciuta per la sua battaglia a difesa della privacy online dei citadini europei ha inserito fra le priorità della sua Commissione anche quella del divieto alle comunicazioni indesiderate. Per questo la Reding, assieme al commissario alla Protezione dei consumatori Meglena Kuneva, ha chiesto punizioni più efficaci e diffuse nei confronti di chi invia spam.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016