Excite

Italia fanalino di coda dell’Europa per la banda larga

Nel rapporto tra famiglie e nuove tecnologie presentato dall'Istat risulta che crescono le famiglie che possiedono un personal computer e navigano, soprattutto se in famiglia c’è un minorenne. Nel cuore degli italiani restano, però, ai primi posti delle tecnologie più amate la tv e i cellulari.

L'indagine, svolta a febbraio su un campione di 19 mila famiglie per un totale di 48 mila individui, conferma che tra i beni e i servizi tecnologici più diffusi ci sono il televisore (96,1%) e il cellulare (90,7%), seguiti dal lettore DVD (63,3%) e il videoregistratore (55,7%). Hanno un certo rilievo anche l'antenna parabolica (33,1%), la videocamera (28,3%) e la consolle per videogiochi (20,1%).

Rispetto al 2008 crescono i nuclei familiari che hanno un PC, si è passato dal 50,1% al 54,3%, aumenta anche la percentuale di coloro che accedono a Internet, dal 42% al 47,3%. La qualità della connessione usata migliora, infatti, diminuisce il collegamento con la banda stretta (tramite linea telefonica tradizionale o linea telefonica Isdn), che passa dal 9,1% al 6,6%, e aumenta la quota di famiglie con connessione a banda larga (linea telefonica ADSL o altro tipo di connessione a banda larga), dal 27,6% al 34,5%.

Il problema resta tra l’Italia e l’Europa, secondo i dati statici il nostro paese è arretrato per quanto riguarda la diffusione della banda larga, infatti solo il 39% dei nuclei familiari con componenti tra i 16 e i 64 anni possiede una connessione a banda larga. Un dato che ci colloca in assoluto agli ultimi posti in Europa: quartultimi, davanti alla Grecia, Bulgaria e Romania. Inoltre solo il 53% dei nuclei familiari ha accesso ad Internet contro una media Ue del 65%.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016