Excite

Internet, in Italia costa più caro

L'associazione Altroconsumo ha presentato uno studio sulle tariffe ADSL in Italia confrontate con quelle di otto paesi europei. Quello che ne esce fuori è un quadro generale fatto di diverse ombre e qualche luce.

Pur non avendo costi in assoluto altissimi rispetto al resto d'Europa, gli operatori italiani sono appiattiti ai prezzi dell'ex-monopolista Telecom. Per un uso medio della rete (un'ora al giorno di connessione, 30 al mese) la forbice delle tariffe in Europa è ampia: si va dai 10 euro offerti dal provider olandese 12Move ai 47,44 euro dello spagnolo Telefonica. Ai primi posti in classifica si trova l'italiano Tele2 Adsl Flat 2 Mega che costa comunque 18,90 euro al mese, cioè molto di più dei contratti meno cari nei Paesi Bassi e in Francia.

Per un uso più frequente di internet (5 ore al giorno), Francia, Paesi Bassi, Germania, Regno Unito, e Portogallo offrono tariffe migliori rispetto al miglior operatore italiano (in questo caso Tiscali Adsl 12 Mega Flat e Wind Libero Mega).

Secondo Altroconsumo, "il mercato in Italia è ingessato, la concorrenza non gioca e tutti gli operatori sono allineati sui prezzi dell'ex monopolista, Telecom Italia. Con ripercussioni sull'effettiva convenienza delle offerte". Qualche nota positiva: negli ultimi due anni le cose sono migliorate, sia per quanto riguarda i prezzi (un contratto flat base costa 10 euro in meno), sia per la aumentata velocità di connessione.

Chi sono i più fortunati in Europa? Gli olandesi possono contare su un'offerta da 10 euro al mese per un uso medio della rete, mentre i francesi pagano 15 euro per connessioni frequenti. Insomma, l'Italia sta facendo passi in avanti troppo piccoli, ed è ancora lontano il momento in cui ci saranno delle tariffe davvero competitive, capaci di tener testa ai corrispettivi europei.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016