Excite

Internet, hacker ad Amburgo: allarme su controllo governi

  • Getty Images

Siamo sempre più controllati, perché i governi continuano a intensificare le loro attività di controllo del web, compromettendo sempre più la libertà della rete. Lo sostengono gli hacker, e in particolare l'attivista Wikileaks statunitense e Jacob Appelbaum, intervenuto ad Amburgo, in Germania, in occasione dell'annuale riunione del Chaos Computer Club, il più grande meeting europeo di hacker , giunto quest'anno alla sua 29esima edizione.

Secondo Appelbaum, esperto di sicurezza informatica per l'organizzazione no-profit Tor Project, i servizi di sicurezza dei vari Stati si stanno attrezzando sempre più rapidamente con delle proprie reti di sorveglianza. Per questo, il 29enne attivista ha esortato tutti i cittadini a fare attenzione e ad “opporsi alla sorveglianza degli Stati”.

Per fare un esempio concreto Appelbaum ha citato il centro di ricerca dati che la National Security Agency americana sta allestendo nello Utah. Si tratta di un centro che “vuole spiarci tutti”, ha spiegato l'attivista definendo questa forma di sorveglianza un “attacco alla dignità umana e una minaccia per la democrazia”.

Il Chaos Computer Club, fondato a Berlino nel 1981, ma per lo più con sede a Amburgo, è la più grande associazione europea di hacker. I suoi membri vantano una grande esperienza che passa per attacchi informatici contro i sistemi di Microsoft, delle Poste tedesche e di altre aziende e agenzie pubbliche, per mostrarne le falle nella sicurezza. All'incontro di Amburgo circa 6mila programmatori e “hacktivisti” si confronteranno per quattro giorni su temi molto vari che vanno dalla sicurezza on line, alla privacy, fino alla salvaguardia del diritto d'autore.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017