Excite

Il rivale di Joost si chiama Babelgum

Qualche giorno fa vi abbiamo parlato di Joost, la tv via internet creata dagli sviluppatori da Skype. Un progetto molto simile ed altrettanto ambizioso si chiama Babelgum, ed è diretto da Silvio Scaglia, il maggiore azionista di Fastweb.

Proprio come Joost, Babelgum promette di avviare una nuova era per la fruizione della televisione, unendo le potenzialità interattive di internet, la tecnologia P2P e la forza della tv tradizionale. Un flusso di immagini ad alta qualità e a schermo intero, e la possibilità di creare veri e propri canali personalizzati, da vedere quando si vuole e condividere con amici.

Babel Networks, la compagnia dietro Babelgum, è stata fondata da Scaglia (che l'ha anche finanziata vendendo una sua quota di Fastweb) e Erik Lumer, ed ha il quartier generale in Irlanda, con sedi in Italia (Milano), Inghilterra e Francia. Sulla partenza del progetto, Scaglia si è sbilanciato in un'intervista al Corriere della Sera: "Entro marzo la versione beta. Per quella 'ufficiale' pensiamo all'inizio 2008, quando avremo un numero di contenuti adeguato. All' inizio avremo anche news, cinema, sport, acquistati da produttori 'tradizionali', ma il nostro obiettivo è attirare una molteplicità di prodotti indipendenti, innovativi, che non si trovano sulle televisioni classiche".

Sia Babelgum che Joost sono delle piattaforme, cioè non produrranno contenuti ma si occuperanno solo della loro distribuzione. Sarà decisivo capire quali contenuti verranno proposti dai due colossi, entrambi in trattative con diverse reti televisive e altri fornitori.

Nei prossimi giorni approfondiremo l'argomento per capire se e quanto Babelgum e Joost rivoluzioneranno la televisione ed internet.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016