Excite

Il mercato dei PC ancora in crisi: si difende solo Apple

Non è la prima volta che negli utlimi mesi si sente parlare di crisi del mercato dei PC e purtroppo non sarà l'ultima.

Come racconta Techeye attraverso i dati della società di Gartner l'inizio del 2011 non è stato molto felice per i computer.

Nell'Europa occidentale questo mercato è sceso del 18% interrompendo una tendenza che durava dal 2009: il calo è dovuto soprattutto alle scorte di magazzino, PC fermi prodotti e invenduti a causa di stime errate e di una vita media dei moderni computer che si allunga. Il dato dipende anche dalle scelte degli utenti che si direzionano verso tablet e smartphone.

Infatti secondo Gartner per quanto riguarda il settore consumer il calo è stato del 25% circa con la fascia dei netbook quella che ha subito più delle altre mentre per il business la discesa è dell'8%. La classifica dei produttori è Hp, Acer, Dell, Asus e Apple che arriva per la prima volta tra i 5 venditori arrivando al 6,6% delle vendite.

Insomma Apple cresce di circa il 10% nonostante ci siano picchi che calano del 29,9% mentre regge il ritimo di Cupertino soltanto Asus che cresce anche in altri Paesi. D'altronde secondo alcune stime ogni dipendente degli Apple Store produrrebbe circa 419.528 dollari contro i 151.063$ del 2008 con un tasso di produttività davvero molto alto.

Foto: www.thetechherald.com/article.php/200837/2009/Low-cost-laptops-help-computer-market-dodge-economic-pressures

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016