Excite

Il genocidio del Darfur su Google Earth

Nel 2003 è iniziato nel Darfur, una regione del Sudan, un gravissimo conflitto che - spesso ignorato dai media tradizionali - ha già provocato oltre 400 mila morti (leggi la voce di Wikipedia).

E' stato oggi annunciato che Google e il Museo Americano dell'Olocausto si sono uniti per portare una maggiore informazione nelle case dei cittadini di tutto il mondo, grazie all'utilizzo di Google Earth, il programma di mappe 3D scaricabile gratuitamente.

Visualizzando il Darfur su Google Earth, compaiono diverse icone che permettono di approfondire la storia recente del conflitto, con foto, testimonianze degli abitanti del posto, video, dati statistici relativi ai villaggi distrutti, e testi esplicativi. Tutte le fonti di informazione sono state per la prima volta riunite, e tramite il programma è possibile avere un quadro molto chiaro delle terribili devastazioni a cui va incontro il popolo del Darfur.

E' possibile visualizzare gli oltre 1600 villaggi danneggiati o distrutti, zoomare per vedere 133.000 scuole o case che vanno a fuoco, o le migliaia di tende sparse nel deserto. Il file del layer di Google Earth è scaricabile qui o tramite la homepage dell'iniziativa.

Sara J. Bloomfield, direttore del Museo Americano dell'Olocausto, ha così spiegato questo progetto: "Educare la generazione attuale sulle atrocità del passato e del presente può riuscire meglio usando tecnologie come Google Earth. Speriamo che questa importante iniziativa riesca nel compito di non far ignorare al mondo che loro hanno bisogno di noi".

A tal proposito, in Italia è attivo da tempo Italian Blogs for Darfur, movimento on-line per la promozione dei diritti umani in Darfur. Nel sito potrete trovare una documentazione molto completa sul genocidio e un blog con gli aggiornamenti della situazione.

Clicca qui per aggiungere il blog di Italian Blogs for Darfur ad Excite MIX

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016