Excite

Google festeggia Robert Bunsen e il suo becco

Google non dimentica gli scienziati e con un nuovo doodle festeggia i duecento anni di Robert Bunsen. Il chimico nacque a Gottingen, in Germania, il 31 marzo del 1811 e trascorse la vita tra laboratori e banchi di scuola, infatti fu professore stimato e sempre pronto a sperimentare.

Il motore di ricerca gli ha dedicato un logo interattivo molto orinale, infatti le lettere che compongono la parola 'Google' si sono trasformate in un laboratorio chimico con tanto di fumi e ampolle, torri di raffreddamento e anche una caffettiera che si muovono e mettono in scena una delle scoperto più importanti, il becco di Bunsen.

È un bruciatore a gas, molto usato nei laboratori chimici ancora oggi, che prese il suo nome, ma il scienziato perfezionò solo lo strumento inventato dal chimico e fisico britannico Michael Faraday, lavorando sulla spettroscopia di emissione degli elementi. Nel doodle si può osservare il funzionamento del 'becco', con tanto di movimenti e cambi di colori.

Bunsen ha anche scoperto il rubidio e cesio e ha sviluppato la pila Bunsen, inoltre fu il primo scienziato a produrre metalli puri come cromo, magnesio, alluminio ed altri grazie all’elettrolisi. Nel 1877 fu anche il primo ad essere insignito della Medaglia Davy, ovvero del riconoscimento scientifico rilasciato ogni anno dalla Royal Society, l'Accademia delle Scienze britannica.

Il suo lavoro, però, gli costò molto, infatti rischiò di morire per avvelenamento da arsenico e perse la vista da un occhio per un'esplosione. A 68 anni si ritirò e si dedicò alle geologia. La sua idea di scienza libera lo portò a non brevettare mai niente.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016