Excite

Il cybercrimine punta sui social network

Con l'espandersi dell'economia della Rete e dei tanti social network sono aumentati anche i pericoli riguardo la sicurezza.

L'ultima indagine in questo senso arriva da Microsoft con il Security Intelligence Report 2010 (file PDF) che indaga da Gennaio a Dicembre dello scorso anno nel mondo le principali minacce alla sicurezza informatica.

Il rapporto mostra come i criminali informatici si stiano interessando in maniera progressiva ed esponenziale al mondo dei social network: le tattiche per ingannare gli utenti diventano sempre più complesse e l'attività illegale sulle reti sociali è aumentata di circa il 1200% in un anno.

Il social phishing ad esempio è passato all'84,5% attraverso virus, false identità o link malevoli, alla ricerca di dati personali o di pubblicità fasulla. Ed è proprio sui falsi annunci pubblicitari che c'è stato un vero e proprio boom con sconti e offerte inesistenti o vendita di software contraffatto: gli adware sono aumentati del 70% proprio verso la fine del 2010.

D'altronde stare al passo dei cybercriminali è difficile ma dei rimedi ci sono: aggiornare l'antivirus e il sistema operativo, non cliccare su link strani e insoliti, diffidare da email che inviano offerte o richieste personali. In Italia c'è stato un aumento delle infezioni dei PC del 19% mentre le aziende che usano XP devono fare attenzione: Windows 7 è cinque volte più sicuro.

Per gli utenti è anche difficile affidarsi agli organi competenti: a causa dei tagli del Governo è stato chiuso il commissariato online di Polizia con il quale fare le denunce via web che fu aperto da Pisanu nel 2007.

Foto: www.istockphoto.com/stock-photo-3781574-cyber-crime.php

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016