Excite

Hdd Sata: tutto quello che c'è da sapere

  • www.excite.com

L'esigenza di avere sempre più spazio per memorizzare i propri file (documenti, ma soprattutto file multimediali anche pesanti quali intere discografie in .mp3, film, oltre che file di progetto per chi lavora con grafica e montaggio video) rende la scelta dell'hard disk un problema essenziale per ogni utente. Per aumentare la capacità del pc, dunque, la soluzione coincide con l'acquisto di supporti di memorizzazione esterna: scopriamo tutto quello che c'è da sapere sugli Hdd Sata.

Lo standard

Come detto, è possibile far affidamento su supporti di memorizzazione quali hard disk interni da affiancare a quello esistente oppure a uno esterno. Se la vostra scelta ricade su un hdd SATA, sappiate innanzitutto che questo è un acronimo che sta per Super-Advanced Technology Attacchmen. Lo standard ATA, nominato anche IDE, è stato introdotto alcuni anni fa per permettere a diverse interfacce di comunicare fra loro; col tempo è stato sorpassato e quasi sostituito - appunto - dal Super-ATA (introdotto nel 2003, siamo alla versione 3.0 ormai) che garantisce velocità di trasferimento maggiori dei dati.

Caratteristiche

Gli hard disk SATA possono essere di diverse dimensioni; innanzi tutto c'è il 3,5" (pollici) e il 2,5", modello che solitamente viene montato anche all'interno dei notebook. I nuovi modelli ormai hanno un'alimentazione autonoma e quindi non necessitano dell'alimentatore attaccato a una presa esterna: ciò li rende più 'slim' rispetto al passato e permette di ottenere prestazioni migliori. In generale, un hard disk SATA trasferisce dati anche a 600 MB/sec in virtù dei dischi interni che raggiungono velocità di 5400 rpm (routes per minutes: vale a dire i giri per minuto) o di 7200 rpm. Un ultimo fattore che ne influenza le prestazioni è la velocità di buffer, che di solito è di 8MB ma che in alcuni modelli - molto più costosi - raggiunge anche i 32MB. Infine, le dimensioni: questi dispositivi presentano memorie interne anche di 2TB (ovvero, 2000 GB) per cui possono essere usati anche come ulteriore hard disk per affiancare quello del nostro pc.

Costi

Un hdd SATA ha un costo leggermente superiore rispetto a un vecchio ATA, ma questo standard sarà presto desueto e verrà soppiantato dal primo. Di conseguenza, optando per un hard disk con interfaccia SATA si spenderanno poco più di 100 euro per un modello da 1TB a 7200 rpm e buffer da 8MB. I prezzi aumentano proporzionalmente all'aumento della memoria interna e un modello da 2TB ha un sovrapprezzo di circa il 50%; non si superano, comunque, i 200 euro per i modelli più veloci a 7200 rpm e 8MB di buffer.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017