Excite

Tutto quello che dovete sapere sugli Hdd IDE

Per chi non è molto pratico di computer o semplicemente non ha mai avuto occasione di smontarne o riassemblarne uno, termini quali IDE o ATA possono sembrare degli acronimi da smanettoni o qualcosa da lasciare agli addetti ai lavori. In realtà molto spesso ci capita di dover scegliere per il nostro computer (desktop o notebook che siano) dei componenti - nel nostro caso hard disk - per i quali è necessario conoscerne la funzione e in quali casi possano servirci. Ecco allora una piccola guida alla scoperta degli Hdd IDE e alle loro caratteristiche.

Questione di standard

Innanzitutto un chiarimento: le sigle IDE o ATA sono degli acronimi per indicare delle interfacce che permettono la connessione e la comunicazione tra diversi componenti del nostro computer (che si tratti di hard disk o di lettori ottici quali lettori cd e dvd). IDE sta per Integrated Device Elctronics ed è stato uno dei primi standard implementati, conosciuto anche come un altro modo di nominare lo standard ATA (Advanced Technology Attachment). Col passare del tempo quello standard è stato superato dal SATA (Super-ATA) anche se su molte motherboard ancora oggi sono presenti interfacce IDE.

Caratteristiche

Se parliamo di dischi rigidi ecco allora che si pone una scelta: ci sono in commercio già i nuovi modelli che montano interfacce SATA (che presto diverrà lo standard unico) e quelli ancora basati sull'IDE: per riconoscere questo genere di 'attacchi' basterà tener presente che i cavi IDE sono piatti e abbastanza lunghi (cosa che genera un pò di problemi di ordine nei case dei pc) che vanno collegati alla scheda madre. Inoltre gli Hdd IDE non hanno un'alimentazione autonoma ma devono essere alimentati a parte, a differenza degli Hdd ATA, cosa che per alcuni potrebbe costituire uno svantaggio.

Prestazioni

A livello di velocità e trasferimento dati è ovvio che lo standard SATA garantisce oggi prestazioni migliori e anche maggior sicurezza nel trasferimento dei dati ma molti modelli montano acnora questo genere di HDD che, lo ricordiamo, sono presenti essenzialmente in due versioni: da 3,5" (pollici) e da 2,5", dato che indica la dimensione: di norma i primi sono montati, causa la loro grandezza, sui pc desktop, mentre i secondi sono presenti sulle motherboard dei pc portatili. In generale la velocità di rotazione è di 5400 rpm (routes per minute) anche se l'ATA garantisce anche 7200 rpm e in genere potrete acquistare anche Hdd IDE con una memoria interna da 160 GB: se trovate uno di questi modelli a una buona combinazione di prezzo, si potrebbe farci un pensierino.

Compatibilità

Altrimenti potrete: a) acquistare un adattatore IDE che risolve il problema della compatibilità e collega il vostro vecchio Hdd IDE a un'interfaccia ATA del nuovo Hdd oppure b) rivolgere direttamente le vostre attenzioni a questo secondo modello di disco rigido, più recente, veloce e dotato di memoria interna maggiore.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017