Excite

Guida all'acquisto di un hardisk interno

L'hardisk interno è l'unità presente all'interno del PC che ha il compito di immagazzinare e archiviare tutti i dati e le informazioni presenti all'interno del computer. Si distingue dall'hardisk esterno che invece, come suggerisce il nome, è pensato per essere utilizzato esclusivamente all'esterno del PC. Gli hardisk interni molte volte sono chiamato per comodità hardisk SATA, per indicare il tipo di interfaccia che utilizzano, ne esistono anche di altri tipi ma attualmente il SATA è il più diffuso.

L'hardisk è uno degli elementi più importanti del PC, in base alle sue caratteristiche infatti variano in maniera considerevole le prestazioni generali del computer. E' necessario dunque scegliere un modello che più soddisfa le proprie esigenze. Vediamo brevemente quali sono i parametri fondamentali da tenere in considerazione per l'acquisto.

Capacità.

La capacità di un hardisk è lo spazio massimo disponibile che è possibile sfruttare per l'archiviazione dei dati. Si misura in Gigabyte e maggiore è il valore espresso, maggiore sarà la quantità di dati che sarà possibile immagazzinare all'interno dell'hardisk. I grandi produttori creano ogni anno modelli sempre più capienti, per venire incontro alle esigenze dei consumatori. Per fare un esempio, fino a qualche anno fa gli hardisk per uso commerciale non superavano i 50-100GB di capacità, attualmente invece si è arrivati a modelli di oltre 2TB (Terabyte) di spazio disponibile. E' consigliabile prediligere modelli molto capienti, anche se al momento dell'acquisto non si hanno particolari esigenze al riguardo, si avranno comunque benefici a livello di prestazioni generali.

Velocità di rotazione.

Si intende la velocità a cui gira il disco rigido e si esprime con il numero di giri al minuto o RPM (revolutions per minute). Lo standard è di 7200rpm anche se esistono modelli meno recenti che girano a 5600rpm o modelli di ultima generazione che arrivano sino a 10000rpm. Una maggiore velocità aumenta le prestazioni dell'hardisk ma aumenta in maniera proporzionale il surriscaldamento del disco.

Velocità di trasferimento.

Chiamata anche transfer rate, è la velocità con cui i dati vengono trasferiti all'interno dell'hardisk (trasnfer rate interno) che a sua volta li trasferisce agli altri componenti (transfer rate esterno). Anche in questo caso più i valori sono alti e maggiori sono le prestazioni del disco. Si esprime in MB/s (megabyte al secondo).

Velocità di accesso.

Detta anche transfer time, è la velocità con cui il disco accede ai dati presenti al suo interno, ovvero il tempo che la testina meccanica impiega a rintracciare le sequenze numeriche sulla superficie del disco. Si esprime in millisecondi (ms) e più questo valore è basso è maggiore sarà la velocità di accesso ai dati.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017