Excite

Hard Disk 1TB: una guida per sfruttarlo al meglio con partizione di ripristino

Nei pc desktop e portatili gli standard delle dimensioni dell'hard disk stanno crescendo. 1TB sarà presto montato su molti apparecchi e, secondo noi, molti utenti non sapranno sfruttare al meglio lo spazio disponibile in quanto non conoscono la possibilità di partizionare lo spazio stesso.

E' un'operazione essenziale in quanto creando altre partizioni (per esempio oltre C, anche D ed E) eventuali attacchi di virus e programmi malevoli difficilmente andranno ad attaccare lettere diverse da dove è installato il sistema operativo.

Un hard disk da 1TB equivale a 1000 GB circa; sono consigliate due o tre partizioni in totale.

A seconda dei dati che dobbiamo archiviare è opportuno tramite il software di gestione delle partizioni di Windows (che si trova dentro Pannello di Controllo > Strumenti di Amministrazione) oppure tramite un qualsiasi programma per partizioni come PartitionMagic, crearne una primaria non molto capiente, dove installare il sistema operativo, e un'altra o altre due per dati e altro.

Secondo test di ottimizzazione del disco è consigliabile per la partizione primaria (C) non superare i 250 GB. Le testine dell'hard disk sforzano di meno se la ricerca e l'indicizzazione dei files, viene effettuata su uno spazio più piccoli.

I restanti 750 GB possiamo suddividerli a seconda di ciò che serve. Se utilizziamo videogames di ultima generazione è opportuno creare una partizione da circa 300 GB; stesso discorso per film DivX.

Una partizione molto meno capiente invece potrebbe essere dedicata per musica mp3 (che occupano notevolmente meno) e album fotografici (anche questi hanno uno spazio relativamente ridotto).

Per una partizione di ripristino bastano circa 50 GB e consigliamo il software Acronis TrueImage che, dopo aver installato Windows e averlo configurato perfettamente con i software di uso comune, potrà fare un'immagine della partizione primaria (C) in un file a vostra scelta. Questo file conterrà tutte le informazioni di ripristino senza dover procedere nuovamente all'installazione del sistema operativo e dei programmi, facendovi risparmiare molto tempo. In questo modo non perderete il contenuto delle partizioni secondarie! Ovviamente fate attenzione a cosa salvate con il backup e cosa ripristinate con restore.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016