Excite

Grazie a Twitter un giornalista esce di prigione

Secondo gli ultimi dati sono 145 milioni gli utenti registrati a Twitter: di questi non è ancora stato stabilito quanti siano italiani.

Nonostante i numeri - che confrontati a quelli di Facebook sembrano piccoli - negli altri Paesi cresce l'utilizzo di Twitter che viene utilizzato per comunicare alla stessa stregua degli SMS, così tanto diffusi in Italia.

Twitter infatti è in una fase di transizione: la piattaforma sta diventando veicolo di notizie e informazioni affidabili quanto i media tradizionali, è possibile utilizzarlo per giocare attraverso semplici mashup o trasformarlo in un programma di messagistica istantanea con strumenti quali Tweet li.

E' notizia di qualche giorno fa l'episodio di un giornalista giapponese uscito di prigione grazie a twitter: Kosuke Tsuneoka, inviato in Afghanistan, era stato rapito da un gruppo di terroristi che si fa chiamare Hizb-e-Islami.

Tsuneoke attraversava la regione Nord controllata dai talebani ed è stato catturato: dopo circa 5 mesi di reclusione, uno dei terroristi gli avrebbe mostrato il suo nuovo cellulare Nokia N70, chiedendogli aiuto con l'utilizzo della connessione Internet perchè voleva leggere Al Jazeera online.

Kosuke ne ha approfittato per inviare due twitt sul suo account di Twitter, messaggi nei quali informava della sua cattura ('sono ancora vivo, ma in prigione') e forniva indicazioni sul luogo nel quale era detenuto ('sono ad archi, in kunduz. nella prigione del comandante della zona').

Qualche giorno dopo Tsuneoke è stato rilasciato ed ha spiegato in una conferenza stampa l'accaduto: il governo giapponese non ha pagato alcun riscatto ma non è chiaro il motivo del suo rilascio. Probabilmente i terroristi avevano capito di non poter guadagnare nulla da questo sequestro (Tsuneoke si era convertito all'Islam nel 2000) e che quei messaggi su Twitter li avrebbero definitivamente scoperti.

Non è il primo caso che coinvolge Twitter: uno studente egiziano fu arrestato e poi rilasciato proprio grazie ad un suo messaggio sul social network.

Mentre si diffonde la solidarietà per la blogger iraniana Shiva Nazar Ahari, che rischia la pena di morte, c'è la convinzione che Twitter non servirà per fare rivoluzioni ma potrà essere un buon strumento per fare informazione.

Se poi pensavate che Facebook fosse un social network di estrema perdizione e stupidità, vi sbagliavate. In Inghilterra alcuni cani poliziotti usano Twitter mentre Sockington è un gatto che ha più di 1,5 milioni di utenti che seguono i suoi 'miao'.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016