Excite

Google va a gonfie vele: parola di Larry Page

Il recente avvicendamento ai vertici di Google forse deve aver fatto proprio bene all'azienda e portato un'aria di novità e ottimismo.

Con un post su Google+ Larry Page ha parlato dei risultati di Google e in particolare di quelli dell'ultimo trimestre.

La società di Mountain View ha visto un bel +12% in Borsa con un bilancio che è sempre in positivo con un fatturato 9,026 miliardi di dollari al 30 giugno. E' il primo intervento pubblico di Page come CEO dell'azienda e avviene proprio sul nuovo social network in un post dove esprime entusiasmo, soddisfazione ed ottimismo.

Google+ nonostante sia ancora in fase di test ha già racconto 10 milioni di utenti, lo stesso numero che ha fatto ad esempio Foursquare in 2 anno con la stessa funzione di geolocalizzazione presente su Google+. Inoltre ci sono più di 1 miliardo di + al giorno.

L'utile netto di Google è cresciuto del 36% rispetto allo scorso anno arrivando a 2,51 miliardi di dollari con il 54% del fatturato raccolto fuori dagli Stati Uniti. Page ha cercato di focalizzare l'attenzione su alcuni progetti chiudendo ad esempio Health e Google PowerMeter.

Android e Chrome sono chiari elementi di successo con 550 mila nuove attivazioni al giorno per Android e 160 milioni di utenti che usano il browser di Google. L'obiettivo non è avere profitti subito ma a lungo termine con una visione sempre innovativa. Secondo Page Google è soltantoall'1% di ciò che è possibile fare.

Anche le spese di Google però sono cresciute: dall'11% al 12 di quest'anno con le spese operative arrivate al 33% del fatturato ma nonostante questo i dipendenti sono cresciuti arrivando a 28.768. Insomma Google continua a dominare tanto che ha fatto scalpore l'ultimo studio della Colombia University secondo il quale cercare informazioni su Google può essere dannoso per la nostra memoria influenzando alcuni meccanismi del nostro cervello.

Ad ogni modo nel mercato i concorrenti non stanno a guardare: Microsoftpunta alla convergenza di Windows su PC, tablet, smartphone e console di videogame. L'obiettivo è quello di avere un ambiente di Windows unico, qualcosa che dovrebbe essere già presente su Windows 8 e che dovrebbe funzionare indipendentemente dal tipo di device utilizzato.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2014