Excite

Google: un Doodle celebra Lo Schiaccianoci a 120 anni dalla prima

  • Google.com

Un Doodle speciale, nataliazo e fiabesco, celebra oggi "Lo Schiaccianoci". Uno dei balletti più famosi e rappresentati al mondo celebre oggi il 120esimo anniversario dalla prima. La rappresentazione, realizzata con musiche di Pëtr Il'ič Čajkovskij, deriva dal racconto "Schiaccianoci e il re dei topi" di Ernst Theodor Amadeus Hoffmann e andò in scena per la prima volta il 18 dicembre 1892 al Teatro Mariinskij di San Pietroburgo. Fu condotta dal compositore italiano Riccardo Drigo e coreografata dal ballerino russo Lev Ivanov.

Video: Google, ecco il Doodle per Lo Schiaccianoci con le musiche di Cajkovskij

Il racconto è ambientato alla vigilia di Natale, agli inizi del XIX secolo: bambini che attendono i regali, giochi di prestigio, e il famoso schiaccianoci a forma di soldatino regalato a Clara e rotto per dispetto dal fratellino. Il mondo fiabesco prende così vita tra danze e feste, fino al famosissimo Valzer dei fiori.

Dopo la prima esecuzione di Ivanov vanno ricordate quelle riviste da Gorskij nel 1917 e da Lopukhov nel 1929. Nei tempi moderni oltre alle numerosissime rappresentazioni teatrali, "Lo Schiaccianoci" è stato ripreso anche al cinema, a cominciare dal celebre "Fantasia" della Disney, con fate, funghi, pesci, fiori, cardi e orchidee danzano al ritmo della suite sempre riproducento fedelmente la partitura musicale di Čajkovskij.

Nel 2010 Un film ungherese-britannico è stato firmato dal regista russo Andrej Sergeevič Michalkov-Končalovskij, dal titolo "Lo Schiaccianoci in 3D". Il film ha ricevuto grandi critiche negative all'estero ed addirittura un Premio per Peggior uso del 3D ai Razzie Awards 2010.

Per chi trascorre le feste a Roma sono due le versioni de Lo Schiaccianoci in scena nella capitale. La più classica al Teatro dell'Opera, diretta da Nir Kabaretti con le coreografie di Slawa Muchamedow e il corpo di ballo e l'orchestra del Teatro dell'Opera. Una seconda più "pop", in scena al Gran Teatro con la partecipazione di Andrè De La Roche nel ruolo di Schiaccianoci/Fata Confetto: la nuova elaborazione di Riccardo Reim per la coreografia di Mario Piazza rappresenta situazioni e psicologie vengono letteralmente ribaltate e lo Schiaccianoci diviene il grumo di tutti gli incubi della piccola Clara, che diviene una sorta di novella Alice nel paese delle meraviglie, alla ricerca di uno sguardo, non più infantile, sul mondo degli adulti.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017