Excite

Google si scusa con Michelle Obama per la sua foto da scimmia

La First lady americana, Michelle Obama, è stata vittima della tecnologia. Nel motore di ricerca Google se si cerca una sua immagine appare un fotomontaggio offensivo: Michelle in versione scimmia. Un atto razzista che BigG non è riuscito a bloccare del tutto.

Guarda le foto di Michelle Obama

Inizialmente l’azienda aveva bloccato il sito spiegando che "chat-girls.blogspot.com”, che diffondeva l’immagine, poteva immettere un virus nel sistema. Dopo qualche giorno la foto ha continuato a circolare nel web e appare ancora tra i primi risultati della ricerca. Google non ha potuto far altro che scusarsi ufficialmente con la First Lady e spiegare che è tutta una questione di algoritmi: “I risultati sono un riflesso di ciò che è disponibile su Internet che calcola il loro posizionamento grazie a pagerank”.

Inoltre ammette che non può togliere il materiale dal web solo per aver ricevuto delle lamentele, anche perché in Internet c’è la piena libertà di espressione e aggiunge: "Ci scusiamo con chi può aver avuto una brutta esperienza facendo ricorso al nostro motore di ricerca. Speriamo nella vostra comprensione".

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016