Excite

Google ricostruisce l'Aquila in una mappa

Sono passati più di due anni dal terremoto de l'Aquila ma il ricordo è vivo come fosse ora e la ricostruzione difficile.

Il mondo digitale è stato in prima linea nel cercare di supportare la città: lo stesso Google ha cercato di ricostruirla in 3D grazie all'aiuto di appassionati di architettura e storia. Ora però è stato messo in piedi un progetto articolato e che cerca di far emergere una memoria storica.

Noi L'Aquila è un progetto realizzato da Google in collaborazione con l'Associazione nazionale famiglie emigrati e il Comune de l'Aquila. Si tratta di una mappa della città abruzzese precedente al drammatico terremoto e riguarda luoghi, monumenti importanti descritti attraverso la memoria ed i ricordi delle persone che hanno vissuto l'Aquila.

Il progetto è aperto a chi ha visitato l'Aquila ed è stato popolato da appunti e contributi di studenti, turisti e cittadini che possono pubblicare e condividere foto, video e commenti. Inoltre si può anche partecipare allaricostruzione virtuale della città cliccando su 'ispira il futuro'.

Lo spirito non è solo quello di celebrare e ricordare l'Aquila così com'era ma notare com'è ora e cercare di ricostruire il possibile per ispirare la città del futuro e tornare il più possibile alla normalità, ai monumenti e ritrovi storici, agli edifici che sono stati fondamentali nella vita sociale e civile di l'Aquila.

La raccolta di racconti digitali, i cui contenuti finiscono di proprietà di ANFE, costituisce un patrimonio per gli aquilani e per la città utile a far si che la piattaforma sia d'aiuto per il futuro de l'Aquila.

Noi L'Aquila

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016