Excite

Google prende in affitto l'aeroporto della Nasa

Anche i due ricchissimi fondatori di Google Larry Page e Sergey Brin hanno problemi di parecheggio, anzi avevano. Non problemi comuni, però. Il mezzo in questione è infatti un Boeing 767-200 e la soluzione trovata è un posto nell'aeroporto della Nasa.

La storia è questa: i due aeroporti internazionali più vicini alla sede di Mountain View sono quelli di San Francisco e San Josè. Vicini, ma non abbastanza per i due fondatori che di viaggi ne fanno parecchi. Così ecco la soluzione: il Moffet Federal Air Field, proprietà federale, a sette minuti di auto dal quartier generale di Google (guarda le immagini della mappa).

L'accordo con la Nasa, reso noto oggi dal New York Times, è stato fatto qualche settimana fa apparentemente senza troppe difficoltà. Eppure le polemiche non mancano, visto che quell'aeroporto ovviamente non è aperto ai privati. A mettere d'accordo tutti sono stati i soldi messi sul piatto: 1,3 milioni di dollari all'anno (950 mila euro), e l'ok da parte di Google a far mettere delle attrezzature scientifiche sui suoi jet (il Boeing dei fondatori più altri due jet utilizzati da dirigenti). "E' per noi un'opportunità di ammortizzare le tante spese - spiega dalla Nasa Steven Zornetzer - oltre che di avere dei voli aggiuntivi per le nostre missioni scientifiche".

Diversi sono gli scontenti di quest'operazione: gli altri (invidiosi) imprenditori della Silicon Valley, che per volare dovranno mettersi nel traffico delle strade per San Francisco o San Josè, e i cittadini nei pressi della pista, che si oppongono al rumore generato dai nuovi aerei, col rischio che in futuro altri privati possano aggiungersi. Secondo le associazioni locali, è scorretto l'utilizzo in sè dell'aeroporto Nasa: "Se quelli di Google fanno missioni scientifiche, ci sta bene. Ma se sono qui solo perché sono ricchi e famosi, allora non ci stiamo".

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016