Excite

Google Play Music sbarca in Italia, 20mila brani sul cloud

  • Google.com

Un jukebox immenso e per tutti i gusti, che permette di ascoltare e acquistare musica dal web: arriva anche in Italia Google Play Music che permette di condividere interessi musicali e le proprie preferenze con le cerchie di amici attraverso Google+. Attraverso la filosofia del cloud Google Play Music permette di accedere da qualsiasi luogo alla propria raccolta di brani, archiviata sulla propria nuvola personale.

Il player di Redmond entra, così, di diritto sul mercato: l'applicazione consente di ascoltare la propria raccolta musicale ovunque. Tutta la musica, infatti, è memorizzata online, quindi non è necessario preoccuparsi della sincronizzazione o dello spazio di archiviazione.

Video, Ecco Google Play Music: 20mila brani da ascoltare e condividere

La musica acquistata su Google Play viene visualizzata automaticamente nell'applicazione ed è possibile aggiungere gratuitamente fino a 20mila brani in più computer dalla propria raccolta musicale personale. Una volta memorizzata la raccolta è sempre e istantaneamente disponibile con l'applicazione Google Play Music ed è possibile salvare i brani preferiti per la riproduzione offline. Si possono, infine, condividere per un ascolto gratuito completo i brani che acquisti su Google Play con gli amici su Google+ attraverso video di YouTube.

La filosofia di Google Play è quella di creare uno spazio per la gestione della propria playlist , una sorta di scaffale digitale, una vetrina ordinata secondo i propri gusti sempre disponibile su cloud, senza costi e con un limite di 20mila brani. Per upload e download dei brani, poi, è disponibile un software, Music Manager, che rimanda al music player presente sul web.

Play Music è disponibile anche su Android, per avere la propria musica a portata di smartphone e tablet. Google allarga, così, i propri confini e lancia la sfida musicale ai player più famosi e utilizzati.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017