Excite

Google lavora ad un anti Skype

La messaggistica istantanea potrebbe presto avere tra i client un nuovo grande attore già entrato in questo settore.

Google è stato attivo con Google Talk finora fortunato soprattutto per la sua integrazione con Gmail spinta ma non eccessivamente invasiva più che per il numero di funzioni e utenti raggiunto. E così Google, ora che ha un suo browser (che è anche un sistema operativo per notebook) ha intenzione di fare concorrenza a Skype nel settore del VoIP, voice over IP.

Ora che Chrome supporta webRTC, la Real-Time Communications attraverso API mediante l'uso di JavaScript e HTML5, Google sta lavorando a Jingle, un nuovo protocollo alla base di Google Talk.

Si basa sempre sull'Extensible Messaging and Presence Protocol (XMPP), Jingle dovrebbe essere la base per un nuovo software di instant messaging che potrebbe aprire la strada verso una videochiamata open source sfidando così Skype nel settore del VoIP e della videoconferenza. Jingle infatti dovrebbe essere disponibile anche su altri browser.

Google ha in programma di rendere il web due volte più veloce e questa è una delle funzionalità che saranno ottimizzate tanto che Google ha parzialmente integrata webRTC già su Chromium, la versione per sviluppatori. La risposta di Microsoft, proprietaria di Skype, non si è fatta attendere.

Domani infatti uscirà una versione ottimizzata di Skype per iPad sfruttando al 100% l'area di visualizzazione: chat testuale, telefonate e videochiamate e molte altre funzioni come quella dei contatti saranno disponibili nell'interfaccia utente. Skype per iPad supporterà anche SkypeOut per chiamare telefoni fissi e cellulari.

Skype per iPad

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016