Excite

Google Labs chiude i battenti, ma le idee non muoiono

  • Google Labs

Con un post sul blog ufficiale del vicepresidente del motore di ricerca, Bill Coughran, i vertici del gigante di Mountain View hanno annunciato al chiusura di Google Labs. La pagina dedicata a tutti i nuovi software in fase di sperimentazione, creati dai programmatori della società.

Da qui sono nate applicazioni per Android e tante altre app innovative che gli utenti potevano testare liberamente e offrire feedback fondamentali per gli ingegneri, che ne hanno approfittato per mettere a punto determinate soluzioni. Tutto questo a breve scomparirà. Un altro nuovo passo che mostra come l'azienda fondata da Larry Page e Sergey Brin stia cambiando e si stia evolvendo.

In fase di lancio Google+ ha già fatto intuire la strategia di marketing adottata da BigG, ovvero non è più tutto disponibile a tutti, meglio puntare ad un target che porti frutti remunerativi sviluppando nuovi prodotti di successo e puntare solo a business vincenti. La prima mossa è stata quella di non mostrare al web, concorrenza compresa, le proprie idee e lasciarle ugualmente sviluppare dall'interno.

Bill Coughran scrive: 'Anche se abbiamo imparato tanto dal lancio di prodotti davvero innovativi attraverso Labs, crediamo che sia necessario prestare maggiore attenzione se vogliamo sfruttare le straordinarie opportunità che abbiamo davanti'.

Questo non significa che non si inventerà più, il 20% del tempo degli ingegneri di Google continuerà ad essere riservato a folli idee, perché è da lì che possono nascere applicazioni di successo. Inoltre dal motore di ricerca assicurano che non verranno toccate né le Maps né Gmail. L'intento è solo quello di puntare in alto.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016