Excite

Google Fast Flip, un nuovo modello di business per giornali ed editori

In un momento di crisi generale, l'editoria cerca di rilanciarsi e di trovare una forma di sostentamento diretto grazie alle entrate pubblicitarie e al pagamento delle notizie da parte degli utenti.

Per questo Google ha lanciato, per ora in via sperimentale, Fast Flip che permette di leggere le notizie di 30 selezionate testate online come se si leggesse un giornale cartaceo tradizionale.

La novità è dunque nel formato e non nella tecnologia in quanto è possibile visualizzare e leggere le notizie effettuando ricerche attraverso parole chiave o direttamente navigare attraverso i canali tematici.

Si può poi decidere se andare alla fonte uscendo cosi da Fast Flip ed approfondire ulteriormente la news o sfogliare le miniature per tematizzare ancora di più la ricerca e la notizia.

Ma il più importante segno di cambiamento in questo settore è la pubblicità: gli editori che aderiscono a Fast Flip, spontaneamente e in base a degli accordi commerciali precisi (diversamente da ciò che accade con GNews, dove le testate vengono aggregate senza senso e anche senza il loro volere), divideranno il ricavato pubblicitario con Google stesso.

Cambio di rotta dunque per Google che da un lato cerca la tregua con la stampa per evitare ripercussioni e dall'altro lato cerca di espandersi proponendo nuovi modelli di business che possono far gola alle testate in crisi.

All'inizio Fast Flip sarà disponibile soltanto in America, con alcuni colossi dell'informazione come The New York Times, Washington Post e Cosmopolitan che hanno già aderito; unica presenza europea è, per ora, la BBC.

A questo punto c'è da chiedersi: Google News scomparirà? Oppure resterà lo stesso e aggregherà fonti qualitativamente meno interessanti?

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016