Excite

Google Earth da ascoltare, ecco i suoni della Terra

Lo stombazzare dei clacson nelle città, il cinguettio degli uccelli in aperta natura, lo scrosciare delle cascate. I suoni del mondo potrebbero presto finire su Google Earth, rinnovando totalmente l'esperienza dell'utente.

A proporlo è la Wild Sanctuary, un'azienda californiana specializzata nel raccogliere i suoni della natura, al fine di creare un enorme database audio. Alla Where 2.0 Conference che si terrà a San Jose (Stati Uniti) il 29 maggio, la compagnia presenterà il software che si potrà integrare a Google Earth. Basterà zoomare in una specifica area per ascoltare i suoi suoni originali, e così entrare in modo totale in quella determinata zona, coinvolgendo sia la vista che l'udito.

Il direttore della società Bernie Krause, che ha dedicato una vita a raccogliere i suoni della natura, ha spiegato alla BBC che "un'immagine vale più di mille parole, ma un suono vale più di mille immagini".

La Wild Sanctuary ha già registrato 3500 ore di audio tratte da tutto il mondo: campagne, montagne, città, deserti, mare. Ancora non è stato ufficializzato l'accordo con Google, ma sembra che le trattative per realizzare e pubblicare l'add-on siano a buon punto.

Da Google ancora nessuna dichiarazione ufficiale in merito, ma è da segnalare l'apertura del nuovo blog ufficiale dedicato proprio a Google Earth e Maps. Lo terremo d'occhio e vi segnaleremo eventuali sviluppi della questione.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016