Excite

Google e Yahoo! coinvolte in Datagate: informazioni su milioni di utenti

  • Getty Images

Sono stati tirati in ballo sin dall'inizio e vogliono essere tutelati. Così è stata dura la reazione di Google alle indiscrezioni sulla attività di spionaggio della Nsa, l'Agenzia di sicurezza nazionale Usa, che sarebbe segretamente entrata in diversi link della società di Mountain View e di Yahoo! che connettono i loro centri di elaborazione dati nel mondo.

David Drummond, responsabile giuridico di Google ha assicurato che il gruppo non è implicato in alcuna di queste attività di intercettazione e, parlando a nome della società, si è detto "scandalizzato".

"Siamo preoccupati da molto tempo circa la possibilità di questo tipo di sorveglianza, e questa è la ragione per la quale continuiamo a inserire i codici in numerosi servizi e link di Google, inclusi i link che si vedono nel diagramma" pubblicato dal Washington Post, ha spiegato Drummond.

"Non diamo accesso ai nostri sistemi a nessun governo, neppure al governo degli Stati Uniti. Siamo scandalizzati da queste intercettazioni condotte dal governo a partire dalle nostre riserve private di fibre ottiche: tutto questo evidenzia la necessità di una riforma urgente", ha aggiunto Drummond.

La Nsa, violando i link, ha potuto raccogliere informazioni su milioni di utenti, soprattutto cittadini americani. Attraverso questo sistema l'agenzia d'intelligence ha conservato nei suoi server molte informazioni. Secondo il documento segreto del 9 gennaio 2013, la Nsa avrebbe inviato milioni di registrazioni al giorno prese dai network interni di Yahoo! e Google al suo quartier generale di Fort Meade, Maryland. Nel mese precedente, in pratica, l'agenzia ha analizzato e rimandato verso i network dei due colossi 181.280.466 comunicazioni anche se l'Agenzia Usa ha comunque smentito categoricamente di avere violato i server di Yahoo! e Google.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017