Excite

Google contro la Francia: continua la battaglia del Cnil per il diritto all'oblio

  • Getty Images

Il diritto all’oblio è uno dei temi più caldi del web. I social network ed i motori di ricerca conservano i dati della nostra attività online. E’ data facoltà agli utenti di richiedere la totale cancellazione delle proprie ricerche e della propria attività sui social una volta deciso di eliminare il proprio account. Il bersaglio primario di questa lotta è ovviamente Google. In particolare il Cnil, il garante francese per l’informativa, ha ottenuto vittorie più che significative in tal senso.

Il Cnil ha ottenuto il diritto all’oblio, grazie ad una sentenza della Corte di Giustizia Europea, per tutti i cittadini europei. Una sentenza che secondo il Cnil ha valore in tutto il mondo mentre per l’azienda di Mountain View ha valore solo nel Vecchio Continente. Inevitabile lo scontro anche su questo secondo punto. Il primo passo lo ha fatto il Cnil che in agosto ha inviato un’ingiunzione a Google.

Leggi la storia di Wikipedia bloccata in Russia

Il punto del Cnil è elementare. Si tratta di una sentenza che ha un valore solo e soltanto se viene applicata in tutto il mondo altrimenti è una banale presa in giro. Google, ovviamente, lo ritiene valido solo sul territorio europeo e fa orecchie da mercante alle continue minacce di sanzioni e multe da parte del Cnil.

Guarda il video che spiega le azioni del Cnil contro Google

Da Google fanno sapere che, “Abbiamo lavorato a lungo per implementare quanto previsto dalla sentenza sul diritto all'oblio in modo attento e completo in Europa e continueremo a farlo. Tuttavia, per una questione di principio, siamo rispettosamente in disaccordo con l'idea che una singola Autorità Garante della Privacy nazionale debba stabilire a quali pagine web possono accedere le persone di altri paesi”.

Scopri cosa è successo quando Skype è finito KO

Di sicuro sarà una battaglia legale senza precedenti, roba da far impallidire lo scontro tra Samsung ed Apple. In ballo, anche se non sembra, c’è molto ma molto di più. Staremo a vedere.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017