Excite

Google: Doodle dedicato a Sally Ride, la prima americana ad andare nello spazio

  • Facebook

Il Doodle di Google di oggi è dedicato ad una donna che ha fatto la storia degli Stati Uniti. Sally Ride la prima donna americana a volare nello spazio. Sally Ride è nata il 26 maggio del 1951 ed è morta nel 2012 dopo una vita piena e ricca di successi professionali. Solo dopo la sua morte, però, ha acconsentito a svelare il segreto più grande. Era legata sentimentalmente, da quasi trent’anni, all’ex tennista Tam O’Shaugnessy.

Il Doodle ha una doppia versione che raccoglie le due fasi della vita di Sally Ride. La prima, quella da astronauta, si è conclusa nel 1989, anche se l’ultima missione che la vedeva protagonista, la terza, era stata annullata dopo il disastro del Challenger avvenuto nel 1986. La seconda versione del Doodle, invece, rappresenta la sua carriera da insegnante e da direttore del California Space Institute dell’Università della California di San Diego.

Scopri il Doodle dedicato al mostro di Loch Ness

Sally, promettente tennista, diede una svolta alla sua vita quando all’Università di Stanford vide un annuncio della NASA che cercava degli astronauti per una missione. Si presentò insieme ad altre ottomila persone e riuscì ad entrare, nel 1978, nell’istituto spaziale statunitense. La sua prima missione nello spazio è datata 18 giugno 1983, il secondo volo del Challenger.

Guarda il Doodle dedicato a Sally Ride

Fu scelta per la sua capacità di risolvere i problemi d’ingegneria. Non fu, però, la prima donna a volare nello spazio. Anche in questo caso i russi arrivarono prima degli americani. La prima è stata Valentina Tereshkova. La sua fu, però, la prima missione con cinque astronauti in volo, fino ad allora c’erano stati al massimo tre astronauti nella stessa missione.

Scopri il pulsante Buy di Google

Il suo lascito è la fondazione Sally Ride Science con la quale spinge le donne a tentare la strada della scienza del volo verso lo spazio e le stelle. Una storia molto interessante da scoprire o da riscoprire, grazie a Google.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017