Excite

Gmail, soldi in allegato: il servizio sbarca in Europa, un click per inviare o ricevere denaro

  • Twitter @Reviews_ATG

Rivoluzionario e, assicurano dalla “centrale” di Mountain View, assolutamente sicuro, il nuovo sistema di invio e ricezione di denaro tramite e-mail lanciato da Google prima in forma sperimentale negli Usa e ora esteso all’utenza britannica.

Lettura della posta elettronica, come sapere se l'email è stata aperta dal destinatario

Grazie al servizio attivato dal colosso del web a favore degli intestatari di account Gmail, d’ora in poi anche gli inglesi potranno scambiarsi soldi a distanza senza dover ricorrere a bonifici o a sistemi ad hoc come Paypal, alla sola condizione di aver collegato preventivamente le coordinate bancarie alla casella di posta elettronica e ovviamente di avere almeno 18 anni.

Iscrivendosi a Google Wallet, sarà un gioco da ragazzi mandare o incassare moneta digitale, trasferendo la stessa cifra in un secondo momento dal portafoglio virtuale ad una carta, conto corrente o sul credito del web store di Mountain View, con operazioni fino a un tetto massimo di 5 mila sterline nell’arco di 24 ore e diecimila in cinque giorni.

(Scambio di denaro via e-mail, con Google Wallet un click per ricevere soldi: video)

L’apertura dell’allegato, in totale sicurezza, verrà facilitata dalla collocazione dell’icona col simbolo della moneta, nello specifico la sterlina, posizionata nella parte bassa della finestra di scrittura accanto alla classica graffetta dei file da ricevere via email.

In Italia questo innovativo mezzo di pagamento online, secondo quanto fatto trapelare dagli addetti ai lavori, non vedrà la luce prima di un po’ di mesi, ma come nel caso di altri esperimenti ad alto tasso di innovazione, ci sono incoraggianti premesse per un rapido superamento dei confini del progetto, al di là della tempistica inizialmente prevista dagli ideatori del servizio.

Era maggio 2013, più o meno 20 mesi fa, quando gli utenti degli Usa si erano trovati di fronte alla “svolta” dei soldi in allegato con le e-mail: i riscontri, decisamente positivi del sistema sperimentato oltreoceano, a distanza di 2 anni hanno convinto Google a portare nel cuore del Vecchio Continente la (sicuramente gradita) novità.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017