Excite

Gli ebook uccideranno gli editori

L'ebook sta per ammazzare gli editori più che gli autori? Se ne è discusso al workshop del master in Professione Editoria dell'Università Cattolica di Milano.

Ad Engaging the reader ieri si è parlato del futuro degli ebook e dell'editoria. Il Corriere ci racconta quali prospettive ha portato il workshop.

La giornata di studio ha portato all'evidenza di alcune necessità come una legge sul libro e la politica dei prezzi e una riflessione sul futuro delle biblioteche pubbliche. 'Gli ebook si diffonderanno non solo tra i nativi digitali ma anche i lettori affezionati alle librerie' commenta Alberto Galla, vicepresidente dell'Ali (Associazione librai italiani).

Gino Roncaglia, autore del libro La quarta rivoluzione (Laterza) si lamenta che i devices siano ancora poco diffusi e imperfetti anche dovuti al Drm di Adobe, il sistema di protezione dalla pirateria è violabile e anche complicato. Secondo Simplicissimus tolti i costi del mercato non è solo la cifra che resta ma sul prezzo degli ebook bisognerà sperimentare.

Inoltre, secondo Gian Arturo Ferrari, presidente del Centro per il libro del ministero dei Beni culturali, 'l'editore sparirà. O meglio sparirà nel modo in cui è inteso oggi, come colui che ha un capitale e lo investe nell'editare un'opera. La pubblicazione dell'ebook non ha tendenzialmente costo, la filiera si riduce, quindi l'editore diventerà un'altra cosa. Anche l'autore verrà concepito in modo diverso e cambierà la natura stessa della comunicazione scritta che per anni è stata immobile, fissata sulla pagina, e che ora diventa aggiungibile, modificabile, interattiva.

Per questo saranno importanti i metadati e la necessità di formazione per gli editori su questo tema.

A chi bisogna credere? Quale sarà lo scenario dei libri in futuro e come si evolveranno autori, editori e dunque lettori?

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016