Excite

Gemelle K, vittime del cybersquatting

Le gemelle Cappa, dopo le centinaia di fotomontaggi, sono ancora una volta vittime sul web. Stavolta l'attacco non è diretto, come quello che ha costretto Stefania ad una replica diretta su YouTube, ma è una pratica piuttosto diffusa su internet, il cybersquatting.

Cosa significa quest'espressione, lo spiega Wikipedia: "L'espressione anglosassone cybersquatting o anche domain grabbing (da to grab=ghermire) indica il fenomeno di accaparramento di nomi di dominio corrispondenti a marchi altrui o a nomi di personaggi famosi al fine di realizzare un lucro sul trasferimento del dominio a chi ne abbia interesse". In tal caso il nome accaparrato è quello che l'opinione pubblica e i media hanno attribuito a Stefania e Paola Cappa, ovvero "gemelle k".

Ad acquistare i domini gemellek.it e gemellek.com è la Bloodlife, un marchio che produce gioielli (foto in alto) in provincia di Belluno e che ha pensato di sfruttare in tal modo l'interesse della gente nei confronti del caso di Garlasco. Il claim della linea di gioielli è anch'esso studiato strategicamente: "Corona il tuo sogno", dove Corona è un ovvio riferimento al fotografo. In tal modo l'azienda ha attuato una violenta politica di posizionamento nei motori di ricerca.

Inutile dire che le Stefania e Paola Cappa sono vittime inconsapevoli del domain grabbing, e nemmeno possono rivendicare pieno diritto del dominio, sulla legalità della cui acquisizione da parte dell'azienda di gioielli non ci sono dubbi. Sull'opportunità e moralità del fatto, ad ognuno la propria opinione.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016