Excite

Garlasco, le gemelle Cappa nel mirino del web

Un caso di cronaca nera, due ragazze - le cugine della vittima - alla ricerca di visibilità mediatica e una foto ritoccata che ha fatto parlare di sè. Sono questi gli elementi che hanno scatenato il web contro Stefania e Paola, le gemelle Cappa.

La vicenda di Garlasco, nei suoi aspetti mediatici "di contorno", è finita nel mirino della Rete. A destare clamore, il blog dei fotomontaggi, realizzato dalla community di NGI: partito come un gioco e come un modo per criticare la voglia di visibilità delle sorelle, il blog ha raccolto centinaia di fotomontaggi in cui le sorelle Cappa sono state affiancate da personaggi della storia e di fantasia (guarda la fotogallery). Alcuni hanno fatto ridere, altri sono apparsi decisamente sgradevoli, provocando diverse polemiche sull'opportunità di giocare attorno ad una vicenda simile. Gli autori delle foto hanno sempre sottolineato che i loro interventi non riguardavano la vittima dell'omicidio ma unicamente Stefania e Paola Cappa.

Dopo che il blog è stato anche commentato in televisione (molto criticato l'intervento di Vittorio Feltri, assieme a Maria Laura Rodotà ospite di Gianni Riotta a Tv7 - vedi il video), i ragazzi del forum di NGI hanno deciso di fermare la pubblicazione di nuovi fotomontaggi: "Penso sia il caso di fermarci qui per evitare di passare dalla parte del torto, dalla parte di quelli che approfittando dell'onda d'urto cercano un attimo di notorietà - spiega l'utente fusioN - Dopo la belleza di 2,636 risposte, con fotomontaggi accettabili o non, con risate e partecipazione di una buona fetta di forum nonchè di persone che si sono iscritte solo per dire 'la loro', il gioco qui finisce".

Ma l'attenzione della Rete sulle gemelle Cappa, ribattezzate Gemelle K, continua su YouTube, dove sono presenti finti trailer, riproposizioni di fotomontaggi, testimonianze inedite di chi le ha conosciute. Un boom, anche su internet, che va di pari passo con la copertura del fatto da parte dei media tradizionali.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016