Excite

Microsoft: Bill Gates ottimista, entro il 2035 non ci saranno quasi più Paesi poveri

Quasi essuna delle 35 nazioni, ultime per Pil, nel 2035 sarà più povera di oggi. Parola di Bill Gates che ne ha parlato discutendo della sua fondazione.

Fonte: Getty Images

"I contributi a promuovere la salute e lo sviluppo offrono ampi ritorni. Oggi - sostengono Bill e Malinda - abbiamo la possibilità di creare un mondo in cui l'estrema poverta' sia un'eccezione e non la regola''.

Nella lettera della Bill& Melinda Gates Foundation, si legge che ci sono ancora tre falsi miti che bloccano i progressi nella lotta alla povertà. Il primo è quello secondo cui i paesi poveri sono condannati a restare tali. ''Non lo sono. Redditi e altri parametri che misurano il benessere - sottolinea la lettera - sono in aumento quasi ovunque, inclusa l'Africa''.

Nella lettera della Bill& Melinda Gates Foundation, si legge che ci sono ancora tre falsi miti che bloccano i progressi nella lotta alla povertà. Il primo è quello secondo cui i paesi poveri sono condannati a restare tali. ''Non lo sono. Redditi e altri parametri che misurano il benessere - sottolinea la lettera - sono in aumento quasi ovunque, inclusa l'Africa''.

La previsione, dunque, è che "entro il 2035 non ci saranno quasi più paesi poveri nel mondo. Certo - prosegue la Fondazione - ci saranno alcuni paesi ostacolati dalla guerra, dalla realtà politica o dalla geografia. Ma ogni paese in Sud America, Asia, America Centrale e in gran parte dei paesi africani che si affacciano sul mare diventerà di reddito medio, con piu' dell'80% dei paesi che avrà un reddito pro-capite più alto di quello della Cina oggi''.

Il secondo falso mito è quello attorno all'idea comune degli aiuti internazionali, che molti ritengono essere una parte importante del bilancio dei Paesi ricchi. E in più denaro sprecato.

Tutto questo non è vero: gli Stati Uniti spendono in aiuti meno dell'1% e la Norvegia, il paese più generoso, meno del 3%. ''Una delle maggiori lamentele sugli aiuti esteri è che vanno sprecati con la corruzione, ma si tratta di qualcosa che risale più ai tempi in cui gli aiuti erano mirati a conquistare alleati per la Guerra Fredda più che a migliorare la vita delle persone. Il problema oggi è molto più limitato: possiamo cercare di ridurlo ancora, ma non possiamo eliminarlo, cosi' come non possiamo eliminare gli sprechi di ogni programma governativo''.

Tutto questo non è vero: gli Stati Uniti spendono in aiuti meno dell'1% e la Norvegia, il paese più generoso, meno del 3%. ''Una delle maggiori lamentele sugli aiuti esteri è che vanno sprecati con la corruzione, ma si tratta di qualcosa che risale più ai tempi in cui gli aiuti erano mirati a conquistare alleati per la Guerra Fredda più che a migliorare la vita delle persone. Il problema oggi è molto più limitato: possiamo cercare di ridurlo ancora, ma non possiamo eliminarlo, cosi' come non possiamo eliminare gli sprechi di ogni programma governativo''.

Il terzo e ultimo falso mito è che salvare vite si traduca in sovrappopolazione. ''E' vero l'opposto. Dar vita a società dove la gente possa godere di una sanità di base, di uguaglianza e di accesso ai contraccettivi è l'unica strada verso un mondo sostenibile'', affermano Bill e Melinda Gates. ''Lasciar morire bambini perché non muoiano di fame più avanti è senza cuore. E non funziona''.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017