Excite

Jack Dorsey CEO di Twitter: il nerd figo e mezzo italiano che fa impazzire le donne

Di Simone Rausi

Signore, vi abbiamo trovato il principe azzurro. Altro che Gabriel Garko o Flavio Briatore. Questo Jack Dorsey è l’equilibrio giusto tra nutrimento e gusto, un compromesso ottimo tra sguardo affascinante e Parco macchine di Porche. È belloccio, ha l’occhio azzurro, il capello all’ultima moda, un paio di tatuaggi che gli conferiscono un look bello e dannato. È un genio (ha contribuito all’invenzione di Twitter quando era una sbarbatello), è molto popolare, fa beneficenza ed è ricco sfondato. Metteteci pure che è nel fiore degli anni e fate un biglietto per Los Angeles o dio solo sa in quale luogo del mondo si trovi. Altro che Onore e rispetto e Billionaire…

Oggi il suo nome è trend topic su Twitter e nelle prime pagine di molti giornali di finanza. Il motivo? Semplice: dopo aver guidato il team di Twitter in modo provvisorio e in un momento difficile, Dorsey è oggi diventato il CEO del social network con l’uccellino blu. Il big boss, insomma, il re di tutti i cinguettii. Un paio di minuti dopo aver preso possesso dell’ufficio ha dichiarato: “La piattaforma diventerà più semplice da usare”. Eccolo qua un uomo con le idee chiare. Ma conosciamolo meglio questo smanettone a forma di strafigo…
È nato a Saint Louis 39 anni fa da padre americano e madre italiana. Ebbene si, per metà è made in Italy. Ha fondato Square, una compagnia che gestisce un sistema di pagamento tramite cellulare ma ho contribuito a creare anche Twitter, Fleetic e un altro mazzo di siti che oggi comandano su Internet. Nel 2008 la rivista Technology Review l'ha inserito nella lista dei 35 più importanti innovatori nel mondo sotto i 35 anni. È impegnato in opere di filantropia ma, soprattutto, non è sposato e non ha figli. Accattativillu.
È nato a Saint Louis 39 anni fa da padre americano e madre italiana. Ebbene si, per metà è made in Italy. Ha fondato Square, una compagnia che gestisce un sistema di pagamento tramite cellulare ma ho contribuito a creare anche Twitter, Fleetic e un altro mazzo di siti che oggi comandano su Internet. Nel 2008 la rivista Technology Review l'ha inserito nella lista dei 35 più importanti innovatori nel mondo sotto i 35 anni. È impegnato in opere di filantropia ma, soprattutto, non è sposato e non ha figli. Accattativillu.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017