Excite

Gli hashtag più usati nel 2015: l’anno visto da Twitter

di Simone Rausi

Fine anno, tempo di bilanci. Anche sui social. Twitter ha infatti elencato, dal suo sito ufficiale, gli hashtag più utilizzati in questo 2015 giunto quasi al termine. La classifica di #YearOnTwitter è una vera e propria cartina tornasole di quanto accaduto nel corso dell’anno. Gli hashtag sono ormai diventati uno strumento potentissimo per catalogare ogni occasione della vita privata ma, soprattutto, pubblica. Eventi, notizie, personaggi sono tutti raccontati da una parola seguita da un cancelletto. Twitter si conferma come il luogo del web dove discutere di attualità e i trend topic degli ultimi 12 mesi ci fanno capire cosa ci ha interessato di più. Pronti a ricordare l’anno appena passato?

Fonte foto: Wikipedia - Twitter

1°- #Expo2015: l’esposizione universale di Milano guadagna, di diritto, il primo posto degli argomenti più commentati, raccontati, citati in Italia.
2°- #CharlieHebdo: la strage nel magazine francese è stata una notizia che ha letteralmente invaso la rete. Sconcerto, preoccupazione, angoscia hanno interessato centinaia di migliaia di utenti.
2°- #CharlieHebdo: la strage nel magazine francese è stata una notizia che ha letteralmente invaso la rete. Sconcerto, preoccupazione, angoscia hanno interessato centinaia di migliaia di utenti.
3°- #Grecia: la crisi dei cugini ellenici, il referendum, la questione “Grexit”, i rapporti con la Germania e le ripercussioni con l’Italia, l’hanno fatta da padrona per buona parte dell’anno.
4°- #labuonascuola: lanciato da Matteo Renzi, ha fatto il giro di Twitter tra critiche e parodie.
5°- #LoweWins: un esplosione di gioia e felicità dopo la legalizzazione del matrimonio gay in tutti gli stati americani ma anche tante critiche e persino qualche tweet omofobo di troppo. A lanciarlo è stato il presidente Obama e Twitter ha risposto allegando all’hashtag un cuore arcobaleno.
5°- #LoweWins: un esplosione di gioia e felicità dopo la legalizzazione del matrimonio gay in tutti gli stati americani ma anche tante critiche e persino qualche tweet omofobo di troppo. A lanciarlo è stato il presidente Obama e Twitter ha risposto allegando all’hashtag un cuore arcobaleno.
6°- #JeSuisCharlie: un’impennata di solidarietà verso il popolo francese dopo la strage di Charlie Hebdo…
7°- #Isis: il sedicente Stato Islamico, nel 2015 come non mai, ha continuato ad attirare l’attenzione…
8°- #MafiaCapitale: lo scandalo di Roma risale a quasi un anno fa ma i suoi strascichi sono andati avanti per molto tempo.
9°- #ddlconcorrenza: ancora politica. Twitter si conferma come il social più intellettuale e impegnato della rete.
10°- #migranti: un tema sull’agenda pubblica ancora oggi molto presente. I talk show televisivi non hanno parlato d’altro, e la rete si è adeguata.
10°- #migranti: un tema sull’agenda pubblica ancora oggi molto presente. I talk show televisivi non hanno parlato d’altro, e la rete si è adeguata.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019