Excite

Flash mob mania, da Facebook alla piazza

Su Wikipedia con il termine flash mob si indica: 'un gruppo di persone che si riunisce all'improvviso in uno spazio pubblico, mette in pratica un'azione insolita generalmente per un breve periodo di tempo per poi successivamente disperdersi'.

Guarda il video del flash mob per Laura Pausini

'Il raduno viene generalmente organizzato attraverso comunicazioni via internet o tramite telefoni cellulari. In molti casi, le regole dell'azione vengono illustrate ai partecipanti pochi minuti prima che l'azione abbia luogo'.

Più semplice a farsi che a dirsi, il flash mob è la moda del momento, è un atto di aggregazione la cui organizzazione viaggia attraverso internet, Facebook e Twitter in primis. Tutti si preparano per incontrasi nello stesso luogo alla stessa ora e ballare, lanciarsi le bolle di sapone, baciarsi, cantare o semplicemente mostrare il proprio telefonino.

I cantanti lo usano per i propri video e anche la pubblicità e la televisione chiamano i giovani per questo scopo per promuovere i propri prodotti. Il flash mob attira l'attenzione e non dà quasi mai fastidio.

Giorgio Marandola, autore del libro 'Flash Mob. Da fenomeno sociale a comunicazione non convenzionale' spiega: 'A noi che abbiamo organizzato battaglie di schiuma, lanci di cuscini, gavettoni e baci collettivi, sulla scalinata di Trinità dei Monti o in Piazza del Popolo, non è che ci possono etichettare come sobillatori o gente politicizzata: l’intento è soltanto quello di divertirci, coinvolgendo gente che altrimenti a casa si annoierebbe'.

Il prossimo appuntamento sembra essere quello Roma, il 18 settembre, alle 19 i partecipanti si troveranno in piazza Santa Maria in Trastevere con una sveglia al collo per il 'Beep-Beep: time to remember'. Una forma di protesta divertente per svegliare l’Europa e il mondo iin occasione delle giornate mondiali contro la povertà.

 (foto © LaPresse)

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016