Excite

FB Mood Manipulator, il plug-in di Chrome che simula l'esperimento di Facebook sul controllo delle emozioni

La questione dello studio che Facebook ha condotto sulle nostre emozioni si fa sempre più controversa: tra scuse parziali, allarmismi e tante polemiche c'è anche chi riesce a ironizzare sulla questione e ha ben pensato di creare un nuovo plug-in di Chrome, FB Mood Manipulator, con cui ognuno di noi può decidere come manipolare il proprio umore.

Leggi Facebook, status manipolati: in 700mila studiati per un test

Perché Mark Zuckerberg dovrebbe decidere come farci sentire? Riprendiamoci il controllo e decidiamo quale umore vogliamo avere. Questo, in breve, il pensiero di Lauren McCarthy, che dalla sua New York ha deciso di creare FB Mood Manipulator, un piccolo plug in esclusivamente realizzato per Chrome, il browser di Google, e che, una volta installato, ci permette di decidere quali status e quali parole vedere nella nostra bacheca del famoso social network.

Questa volta siamo noi gli studiosi di noi stessi e, per iniziare la nostra ricerca personale è sufficiente andare sul Chrome Web Store, scaricare il programma e riavviare Facebook. A questo punto, sempre usando lo stesso browser, sulla colonna destra del social, dove solitamente appaiono gli eventi e proprio sopra gli annunci pubblicitari, potremo trovare un nuovo quadrato con cui impostare le emozioni che vogliamo trovare negli status degli amici. Quattro i parametri da impostare, decidendone la quantità (grazie a una barra a scorrimento): vogliamo essere più aperti? Più positivi? Aggressivi o ancora, emotivi?

Il Plug-in si basa proprio sull'analisi linguistica posta al centro dello studio che ha spaventato in molti e che, sopratutto, continua a far parlare di sé: solo ieri, infatti, sono arrivate le scuse da parte della COO Sheryl Sandberg secondo cui tutta la polemica è nata per un semplice fraintendimento. Non si sarebbe trattato, secondo la donna, di un caso così eclatante ma di una normale ricerca che le aziende fanno, ma, giorno dopo giorno, il caso si infittisce: se Mashable riporta che l'inchiesta era già stata proposta all'esercito USA nel 2008, la Gran Bretagna sta avviando le pratiche legali per capire se c'è stata veramente una violazione della privacy.

Volete anche voi provare a essere al centro del controverso studio di Facebook sul controllo delle emozioni? Allora scaricate FB Mood Manipolator, il plug-in di Chrome, e scoprite se, davvero, gli status altrui ci influenzano veramente.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017