Excite

Famiglia Schettino su Facebook: "Difendiamolo dalla tempesta mediatica"

  • Infophoto

La famiglia di Francesco Schettino non ci sta e apre un profilo Facebook di sostegno al comandante, pagina dove si sono riuniti tanti compaesani di Meta di Sorrento per difenderlo. Lo definiscono un "uomo che è in una tempesta mediatica ingiusta!" e cercano di portare avanti la loro missione.

Le foto dell'incidente

A scrivere gli stessi familiari di Schettino, non direttamente la moglie Fabiola Russo che anche è presente sul social network: "Noi continuiamo a sostenere l'uomo, il padre, marito, figlio, fratello e nipote, come avreste fatto tutti, e ripeto TUTTI, per un membro della vostra famiglia! Le critiche non ci distruggono anzi, ci spronano a fare di più! Noi non difendiamo l'operato ma la dignità di una persona che conosciamo e amiamo". Alle accuse che piovono anche su FB la famiglia risponde: "Lo scopo di queste pagine A SOSTEGNO e' far sapere che la sua famiglia ed i suoi amici aspettano trepidanti che le cose si risolvano e sostengono L'UOMO che conoscono da anni, non quello che viene presentato dai media!".

Guarda tutti i video dell'incidente della Costa Concordia

Non si parla direttamente del naufragio della Costa Concordia al Giglio, ma si punta il dito verso l'attacco mediatico al comandante: "La difesa non è all'operato ma dalla gogna mediatica, cattiverie e offese che vengono rivolte. Non vogliamo discutere sull'accaduto né raccogliere questo mare di cattiverie. Lasciate spazio, per piacere, a chi pensa che bisogna aspettare il verdetto finale, che davanti ad un pc ed una tastiera siamo tutti bravissimi ad elevarci su un pulpito di sabbia e puntare il dito per giudicare. Basta!".

Sulla famosa telefonata con De Falco, un'utente scrive: "Ormai, qualsiasi nota positiva possa venir fuori, l'hanno catalogato come mostro e tale rimarrà per la maggioranza...nessuna attenuante, nessuna comprensione, per un uomo sicuramente non nel pieno di se in quel momento, è già stato condannato e fin da subito, prima della registrazione, prima di tutto, questo è demoralizzante al di la della colpevolezza".

Dopo qualche giorno di attività, il profilo Facebook a supporto di Schettino si ferma: "Sappiamo che abbiamo il sostegno di tutti voi ma ora è il momento di fare silenzio, anche per quanto riguarda i commenti...capiteci. Stiamo tutti bene. Baci". E i responsabili aggiungono: "E' necessario non usare FB per ora. Comunque noi abbiamo annotato i nomi di chi ci ha difeso fino allo stremo. A presto, molto presto".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017