Excite

Facebook Vibes: il nuovo servizio per la musica?

La lotta nel mercato della musica online è sempre più dura in quanto di recente tutte le grandi Internet company stanno lanciando servizi concorrenti.

All'appello infatti manca soltanto il gigante dei social network, Facebook. Eppure qualche giorno fa è circolata una notizia sui blog americani riguardante un piccolo scoop fatto da uno sviluppatore, Jeff Rose, che dopo l'accordo tra Skype e Facebook ha deciso di analizzare il plugin di Skype e ha scoperto alcune cose interessanti.

Rose ha trovato tra le righe di codice alcuni elementi interessanti: il primo è è l’add-on di Skype (definito come Facebook Peep) mentre il secondo è Facebook Vibes legato al comando MusicDownloadDialog. Le linee sono:

  • if (paramString.equals("com.facebook.peep"))
  • return this.window.getMember("VideoChatPlugin");
  • if (paramString.equals("com.facebook.vibes")) {
  • return this.window.getMember("MusicDownloadDialog");
  • }

I dubbi sono ragionevoli: che Facebook Vibes possa essere il nuovo servizio dedicato alla musica di Facebook oppure una integrazione con Spotify della quale si parla da diverso tempo? Facebook affretta i tempi dopo il lancio privato di Google Music negli Usa e quello di Amazon Cloud Player.

Dovremmo scoprirlo durante la prossima conferenza denominata 'fate' di Agosto nel quale verranno presentate altre novità. Intanto sorge il dubbio se questa musica caricata, salvata e sincronizzata via cloud computing (spazio di archiviazione online) sia realmente legale in quanto non tutti i player hanno stretto accordi con le label, soprattutto Google e Amazon.

I termini di servizio di Google Music parlano chiaro: Google fa solo una copia delle canzoni degli utenti. I mancati accordi con BigG sono diversi, non solo di natura economica (pagamenti anticipati sulle royalty) ma anche di eventuali privilegi sul motore di ricerca quali la rimozione di link che potessero secondo loro favorire la pirateria, richiesta inammissibile per Google.

Inoltre per molti produttoribasta Apple a far cassa: creare un nuovo e forte competitor non farebbe bene agli introiti.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016