Excite

Facebook: stop alle bufale con il nuovo news feed

  • Getty Images

Facebook ha molti lati positivi, ha contribuito a creare migliaia di posti di lavoro, direttamente ed indirettamente. Ci sono, però, anche dei lati fastidiosi. Uno di questi è sicuramente la clamorosa diffusione di notizie false, inventate, incredibili, al solo scopo di raccattare qualche click. Facebook ha deciso di mettere fine a questo andazzo che non piace a Mark Zuckerberg e che rischia di far perdere valore all’azienda. Il primo passo in tal senso sarà quello di modificare i criteri di selezione delle notizie che entrano nel news feed.

Questa operazione si inserisce sulla scia dei tanti tentativi, effettivi o presunti, da parte di Facebook di limitare o eliminare alla fonte il fenomeno delle bufale. Basti pensare al tanto ipotizzato inserimento del tasto dislike o non mi piace che dir si voglia. Dopo l’aggiornamento, non ancora disponibile per la totalità degli utenti di Facebook, sarà possibile segnalare le notizie bufala presenti nella propria news feed, la pagina delle notizie.

Scopri come disattivare la riproduzione automatica dei video su Facebook

All’interno delle notizie segnalabili come bufala non ci sono solo notizie del tipo di quelle che hanno tratto in inganno persino il senatore Gasparri suscitando un vespaio di polemiche attorno al rientro in italiano delle due ragazze sequestrate in Siria. All’interno delle notizie segnalabili rientrano anche quelle del tipo “Clicca qui per ottenere una fornitura a vita di guanti da cucina”.

Come funziona il sistema di segnalazione? Molto semplice. In alto a destra è possibile aprire un menù a tendina all’interno del quale, oltre alla possibilità di nascondere la notizia all’interno del news feed, si può segnalare la notizia come spam o bufala. Un procedimento del tutto simile a quello che attualmente si usa per nascondere le notizie che non vogliamo leggere.

Guarda le migliori bufale circolate su Facebook

Alla lunga i post e le fonti che ricevono molte segnalazioni vengono penalizzati da Facebook e tendono a scomparire. Un destino analogo a quello previsto da Google per i siti web truffaldini o diffusori di notizie bufala. E’ una nuova tendenza del web ed è la benvenuta.

Guarda la notizia dell'aggiornamento del news feed di Facebook

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017