Excite

Facebook si piega alla Germania: più privacy

A quanto pare i tedeschi hanno fatto paura a Mark Zuckerberg in seguito alla vicenda del Like di Facebook che ha coinvolto il social network.

Qualche tempo fa infatti lo stato di Schleswig-Holstein ha ordinato agli organi istituzionali di chiudere le proprie pagine ufficiali sul social network rimuovendo anche il bottone 'Mi piace' per un grosso problema che riguarda la privacy. Secondo il commissario per la protezione dei dati tedesco, Thilo Weichert, Facebook crea dei propriprofili di utentiregistrati e non registrati usando i dati raccolti attraverso l’uso del bottone. Weichert ha addirittura minacciato di multare i siti istituzionali che usano il Like per circa 50 mila euro.

Una condotta che violerebbe le leggi della Germania e dell'Europa in materia di protezione dei dati. Facebook rispose che l'unica informazione che conservano in seguito alla pressura del Like è quella dell'IP dell'utente, il plugin sociale ha aiutato tante attività ed è diventato popolare proprio perchè le persone controllano la privacy di ciò che condividono.

Dopo le risposte formali però Facebook è corso ai ripari attraverso la scrittura e firma di un codice di comportamento redatto proprio per la Germania. La decisione è scaturita dall'incontro tra tra Richard Allan, capo della divisione europea dedicata alle politiche pubbliche, e Hans-Peter Friedrich, Ministro dell’Interno tedesco.

Il documento dovrà necessariamente chiarire il comportamento di Facebook con i dati privati degli utenti e la firma potrebbe essere un passo in avanti ed un precedente che potrebbe interessare anche altri come Google. La guerra però tra gli organi istituzionali tedeschi e Facebook non finisce qui.

Ilse Aigner, Ministro per la difesa dei consumatori e l’agricoltura, ha inviato una circolare al suo ministero, agli enti ed a tutti gli stati della Repubblica Federale dove invita diffidare dall’inserire sui siti web istituzionali link a Facebook. La Aigner ha detto che circa 1 anno fa a causa dei dubbi sulla privacy si è disiscritta da Facebook e che ha intenzione di andare in Usa per parlare con i responsabili del social network e invitarli ad uniformarsi alle leggi europee.

Quello dei politici tedeschi sembra un atteggiamento molto diffidente nei confronti di Facebook rispetto agli altri Paesi a partire dal nostro. Chi sbaglia?

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017