Excite

Facebook, si finge morto per sequestrare l'ex fidanzata

Facebook è diventato in pochi anni il mezzo di comunicazione di riferimento. Lo si usa per parlare con gli amici, per commentare eventi personali o fatti di cronaca, adesso si possono analizzare anche i reality show. Alcuni lo usano per trovare l'anima gemella mentre altri l'hanno eletto come unico strumento per raggiungere i propri scopi comunicativi.

Nel caso dell'uomo di 47 anni di Genova il mezzo è stato usato impropriamente, per scopi personali. Per capire questa storia bisogna partire dalle origini, quando lui trova la sua dolce metà, una ragazza di 39 anni con cui dopo poco tempo è andato a convivere in un paesino ligure. Tutto è filato liscio fino a quando la ragazza ha deciso di lasciarlo, da allora lui è completamente impazzito.

Inizialmente la molestava via MMS, inviandole foto in cui mostrava in che modo si sarebbe ucciso, successivamente ha provato ad andare oltre e per impietosire la ragazza si è finto morto su Facebook. Sul social network ha prima postato una foto da moribondo in un letto di ospedale di Milano, poi ha creato un falso profilo e prendendo le generalità di un amico ha comunicato alla ragazza la sua presunta morte.

La giovane sconvolta ha chiesto all'amico di poter dare l'ultimo saluto al suo ex e nel luogo dell'incontro è apparso l'uomo che ha tentato di sequestrare la sua ex fidanzata. Il 47enne è stato arrestato per atti persecutori e tentativo di sequestro di persona. Per la prima volta la magistratura riconosce come reato di stalking la pressione psicologica esercitata attraverso i mezzi telematici.

Foto: Flickr

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016