Excite

Facebook: niente bottone anti-stupro in homepage

Facebook prende una decisione che nel Regno Unito sta facendo discutere: non installerà sulla sua homepage un bottone di emergenza da cliccare per segnalare utenti sospetti o richieste strane.

La proposta era stata avanzata dal Governo inglese dopo la tragica morte di Ashleigh Hall, un'adolescente adescata su Facebook, violentata e uccisa dallo stupratore seriale Peter Chapman.

Il Governo aveva chiesto ai gestori del social network di posizionare sulla homepage un sorta di 'panic button', collegato al sito del Child Exploitation and Online Protection Center, grazie al quale si sarebbero potuti segnalare adescamenti di minori da parte di utenti iscritti al network.

Facebook ha deciso di non cedere ma ha dichiarato che aggiungerà dei link diretti al sito del Ceop e di altre organizzazioni simili al termine della procedura interna di segnalazioni degli abusi anche se lo stesso Ceop si è detto non soddisfatto in quanto la procedura sarebbe troppo leziosa e lunga.

La prossima riunione tra Ceop e Facebook si terrà ad inizio aprile e non è detto che il social network non ritorni sui suoi passi.

(foto ©BBC)

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016