Excite

Facebook Messenger si stacca dal social network e diventa indipendente

  • Getty Images

Grandi novità all’orizzonte per Facebook Messenger. Il sistema di messaggistica nato come appendice del social network di Mark Zuckerberg è diventato un’applicazione a se stante. Non sarà più necessario iscriversi a Facebook per ottenere l’accesso anche al messenger. Si potrà utilizzare come una normale applicazione sia sul computer di casa sia, soprattutto, sui dispositivi mobile con sistema operativo iOS, Android o Windows.

Allo stato attuale Facebook Messenger può contare su un bacini di utenti che supera di poco i seicento milioni. L’obiettivo, apertamente dichiarato, è quello di raggiungere il miliardo di utenti entro la fine dell’anno. Dopo questa divisione da Facebook, però, la domanda sorge spontanea. Facebook Messenger entra in diretta concorrenza con Whatsapp?

Scopri Facebook See First

La questione diventa ancor più nebulosa se si considera che Whatsapp è stato rilevato proprio da Mark Zuckerberg e Facebook pochi anni fa. Attualmente è l’app di messaggistica in tempo reale più diffusa su dispositivi mobile ed ha oltre ottocento milioni di utenti attivi che ogni giorno si scambiano messaggi, foto, video e link , mentre creano gruppi privati di discussione su ogni argomento.

Guarda Mark Zuckerberg annunciare l'apertura di Facebook Messenger agli sviluppatori

E’ difficile spostare gli utenti da Whatsapp ad altri applicativi sebbene molto diffusi come Facebook Messenger. Per farlo il software è stato fornito di ben quaranta nuove funzionalità che vanno a coprire diversi ambiti. Basti pensare che negli Stati Uniti è in fase di test anche la possibilità di scambiarsi piccole cifre attraverso Facebook Messenger.

Scopri Facebook Moments

Una funzione che se messa in combinazione con le nuove piattaforme di Facebook che consentono la vendita di oggetti usati, sullo stile di Ebay, può diventare un must have per tutti gli appassionati di web. E’ probabile, quindi, che Messenger potrà godere di tutto il supporto dei migliori team di sviluppatori, mentre Whatsapp dovrà un po’ farsi da parte perché non ha senso, così come stanno le cose, spendere risorse per due programmi che fanno praticamente la stessa cosa.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017