Excite

Facebook: Mark Zuckerberg pensa a rete mondiale, Internet per tutti

  • Getty Images

Un'alleanza mondiale che coinvolga tutti i maggiori operatori di Internet per permettere l'accesso alla rete a tutti i paesi più poveri e ne abbassi i costi. L’idea ha già un nome, Internet.org, e arriva dal papà Facebook Mark Zuckerberg.

"Ci sono dei grossi freni nei paesi in via di sviluppo per connettersi e unirsi all'economia del sapere. Internet.org sarà un partenariato globale destinato a questa sfida, rendere Internet accessibile a coloro che non se lo possono permetterselo”, ha spiegato il fondatore del social network più famoso al mondo.

Appena 2,7 miliardi di persone, un terzo della popolazione mondiale, oggi, può connettersi al web e ogni anno il numero di nuovi utenti è sempre minore. Tra i colossi delle telecomunicazioni che hanno già aderito al progetto di Zuckerberg ci sono Samsung, Nokia, Opera, Mediatek, Ericsson e Qualcomm che contribuiranno a migliorare le proprie app e le componenti dei cellulari, oltre alle proprie reti cercando per ottenere il massimo trasferimento di dati con il minimo utilizzo di energia e batteria.

“Vogliamo fare in modo che" il web sia per "chiunque e ovunque" e che "un bambino che cresce nell'India rurale e non ha mai avuto un computer, possa andare in un negozio, comprare un telefono, andare online e ottenere l'accesso a tutte le stesse cose che noi possiamo apprezzare su internet", ha aggiunto Zuckerberg.

I gap maggiori si registrano in Eritrea(dove solo lo 0,8% ha accesso al web), Timor-Est (0,9%) e Myanmar(1,1%). Anche negli Stati Uniti, il 19% dei cittadini non ha può navigare su internet.

Anche Google ha avviato una campagna per dotare di una connessione le aree ancora scoperte del globo, soprattutto l'Africa, con il progetto “Loon” che si basa sull'invio di palloncini con antenne radio nella stratosfera.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017