Excite

Facebook lancia See First, l'opzione che mette in ordine il news feed

  • Getty Images

Facebook vuole diventare se non un produttore almeno un aggregatore e divulgatore di notizie. Mark Zuckerberg ha messo al lavoro il suo staff per migliorare il più possibile la fruizione delle notizie da parte degli utenti del suo social network. In quest'ottica si inquadrano molte delle iniziative del social network più diffuso al mondo. L'ultima delle quali è l'opzione see first che è attualmente in fase di test, ma che presto dovrebbe arrivare su tutti i nostri profili.

Il primo passo di Facebook verso la fruizione delle notizie è stata la lotta alle bufale. L'algoritmo penalizza le fonti, le pagine, i gruppi ed i profili che tendono a diffondere notizie false, costruite ed in genere di bassa qualità. Il secondo passo è stato l'accordo con le fonti abituali delle notizie. Magazine, quotidiani, tv e altri media avranno un accesso privilegiato a Facebook senza eliminare la gratuità della fruizione delle notizie.

Scopri Facebook Moments

See First andrà ad affinare ancora di più la griglia delle news a nostra disposizione quando entriamo su Facebook. In sostanza ci permetterà di escludere o posticipare le fonti che non riteniamo principali e filtrare i rimandi e le condivisioni da parte di amici e parenti. La home del nostro profilo diventerà, quindi, una sorta prima pagina tutta da costruire giorno per giorno.

Guarda il video di Facebook Moments

I nostri amici, i gruppi e le pagine che seguiamo diventeranno i redattori del nostro giornale. Con See First toccherà a noi costruire la nostra informazione quotidiana. Un cambiamento non da poco che però presenta, oltre ai tanti aspetti positivi facilmente intuibili, anche una serie di aspetti negativi tutti da analizzare.

Guarda Minds il social network che tutela la privacy

Il primo aspetto negativo è sicuramente l'auto segregazione. Le persone rischiano di chiudersi nel mondo fatto solo dai propri amici, con le proprie passioni, il proprio modo di vedere e intendere le notizia. Una scelta che non porta mai a grossi profitti, sia economici per Facebook, sia culturali per le persone.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017