Excite

Facebook Home: la novità non convince all'esordio

  • Getty Images

Debutto in salita per Facebook Home. Il nuovo sistema operativo, o app, che porta Facebook a diventare parte integrante dei dispositivi Android è partito lo scorso venerdì con l'esordio sul Google Play Store Usa, ma al momento non ha convinto e non ha entusiasmato gli utenti. La ''nuova esperienza'' che Mark Zuckerberg ha lanciato lo scorso 4 aprile per tutti i dispositivi mobili non sta riscuotendo, insomma, molto successo.

A metà strada tra un'app e un sistema operativo in miniatura Fcebook Home è stato installato tra le 100-500 mila volte ma con un “rating” piuttosto basso: il giudizio medio è 2,3 a fronte di quasi 4 mila recensioni.

Per il rilascio ufficiale nella versione italiana del negozio di Mountain View bisognerà attendere qualche settimana, ma in rete circolano file che permettono di prelevare e installare il programma manualmente.

Chi lo ha provato già spiega come l'app trasformi il proprio smartphone in un aggiornamento costante di quello che accade su Facebook. Sullo sfondo scorrono automaticamente gli aggiornamenti dei propri contatti, se qualcuno scrive sulla bacheca, commenta o fa “Mi piace” sua una foto lo smartphone vi avvisa come se fosse arrivato un sms. Insomma il proprio dispositivo diventa Facebook-dipendente, probabilmente come il proprietario.

In Home, poi, è inclusa anche la nuoa funzione di messaggistica Chat Heads: quando arriva un messaggio con l'app o nella posta privata di Facebook, la sua faccia compare sullo schermo e permette di iniziare automaticamente a chattare senza dover aprire altre applicazioni o finestre. Chat Heads è disponibile anche senza Facebook Home, soltanto aggiornando Messenger per Android.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017