Excite

Facebook ha comprato Friendfeed

E' confermato, Facebook ha comprato Friendfeed. La notizia è cominciata a circolare proprio nei social network meno di paio di ore fa, subito dopo la pubblicazione del post su Friendblog. E così, dopo aver cercato invano di acquisire Twitter, Facebook mettere le mani proprio sul social network che in questi ultimi mesi sembra aver fatto dimenticare Twitter.

Già perchè Friendfeed, nato come strumento per aggregare in un unico luogo tutti i propri feed personali (blog, Flickr, Facebook, Youtube, Tumblr, ecc..), il cosidetto "aggregatore sociale", negli ultimi mesi è diventato, come il suo predecessore Twitter, essenzialmente uno strumento dove postare il proprio status, linkare all'ultima notizia, pubblicare la foto appena scattata.

Ed è proprio questo che fa gola a Facebook. L'immediatezza con la quale le notizie circolano su Friendfeed, notizie che si aggiornato automaticamente senza dover fare "refresh" e che salgono e scendono in base al numero di likes e commenti. E pure la cosidetta "Real Time Search", che tanto piace a Google, è sicuramente fra le opzioni che mancano a Facebook e che hanno indotto Mark Zuckerberg a proporre l'affare ai ragazzi di Friendfeed.

Che poi di ragazzi non si tratta più tanto, perchè il team di Friendfeed vanta nomi eccezionali, tutti ex-ragazzi di garage californiani (forse o così vuole la leggenda) come Paul Buchheit, creatore di Gmail, pioniere di molti dei più lucrosi sistemi di pubblicità di Google e pure inventore del famoso motto "Don’t be evil". E insieme a lui altri ex-googler e co-fondatori di Friendfeed come Bret Taylor, Jim Norris e Sanjeev Singh.

Facebook assicura nel comunicato stampa appena emesso che "all FriendFeed employees will join Facebook and FriendFeed’s four founders will hold senior roles on Facebook’s engineering and product teams". Insomma, tutti ai loro posti, insieme per migliorare. Ma la blogosfera nutre qualche dubbio e molti degli utilizzatori del servizio si dichiarano tristi ed ironicamente disperati.

Dall'intervista appena rilasciata a Techcrunch, Bret Taylor e Chris Cox, Facebook VP Products, non lasciano trapelare alcun dettaglio economico sull'affare concluso e sviluppatosi solo nelle ultime settimane. Per ora i prodotti rimarranno separati e gli unici a togliere le tende saranno i 12 impiegati di Friendfeed che tralocheranno nei ben più grandi ed affollati uffici di Facebook a Palo Alto

(Foto by Mashable)

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016