Excite

Facebook è come virus, perderà l'80% dei propri utenti entro il 2017

  • Getty Image

Facebook è esattamente come una malattia infettiva, ti contagia ma potrebbe scomparire e perdere l'80 per cento dei suoi utenti entro il 2017.

L'analisi, decisamente insolita, non arriva da economisti, concorrenti o detrattori del social network ma direttamente da uno studio condotto da due dottorandi dell'Università americana di Princeton.

Secondo lo studio condotto da John Cannarella e Joshua Spechlere basandosi sul modello epidemiologico e analizzando anche l'esperienza di ascesa e caduta di altre piattaforme come MySpace, precursore di Facebook, i fatti sono chiari.

Un destino simile a quello di MySpace che nel giro di quattro anni, dal 2007 al 2011, è passato dall'apice del successo al vertiginoso calo, attende anche Facebook.

"E' stato dimostrato che le idee, come le malattie, prima di morire si propagano tra la gente come un'infezione. E questo è descritto con successo nel modello epidemiologico", dunque "si può raggiungere una condizione di immunità ad un'idea come la si raggiunge con una malattia".

Secondo Cannarella e Spechlere, Facebook ha raggiunto il suo apice nel 2012, per poi "iniziare la discesa". Nella ricerca, i due dottorandi spiegano che il "social network in blu si ridimensionerà del 20% entro dicembre 2014 fino a perdere l'80% dei suoi utenti tra il 2015 e il 2017. Dati che stupiscono - ma fino ad un certo punto visto che tutti i fenomeni prima o poi si esauriscono anche sul web - in tempi in cui l'azienda di Menlo Park sembra in buona salute: il suo creatore Mark Zuckerberg ad appena 29 anni ha una fortuna stimata in 19 miliardi di dollari e la sua numero 2 Sheryl Sandberg è da poco entrata nel club dei miliardari grazie all'aumento del prezzo delle azioni".

Lo studio è stato reso noto a pochi giorni dalla ricorrenza dei dieci anni del social network di Mark Zuckerberg, nato il 4 febbraio del 2004.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017